Martedì, 18 Settembre 2018 | Login

juniores campionato

Si alza ufficialmente il sipario sui campionati giovanili regionali per la stagione 2017/18. Con la presentazione ufficiale dei calendari inizia così il countdown verso l'avvio dei rispettivi tornei previsto per il 17 Settembre (Allievi e Giovanissimi) ed il 25 Settembre (Juniores d'Elite). Biancorossi che saranno impegnati nei massimi campionati Juniores e Giovanissimi, mentre si troveranno costretti a ripartire dai Provinciali gli Allievi. Ma a margine della presentazione della nuova stagione, grande motivo di soddisfazione per l'intero entourage pennese ha rappresentato la doppia premiazione della Federazione Abruzzese che ha consegnato nelle mani di Loris Di Simone ed Eros Cervoni (foto) rispettivamente capitano e vice-capitano della formazione Juniores 2016/17 due preziosi riconoscimenti: quello relativo alla "Coppa Disciplina" (i biancorossi sono risultati essere la società più corretta nel passato torneo di categoria) oltre al riconoscimento sportivo per la promozione al campionato Juniores d'Elite giunto dopo una grande annata culminata con la netta vittoria (6-0) nello spareggio con lo Scafa.

 

Motivo di grande orgoglio questo per l'intera società biancorossa che premia il lavoro di un gruppo splendido che andrà a rappresentare lo zoccolo duro della prima squadra per gli anni a venire. Assodato il valore tecnico di alcuni ragazzi che già in questo inizio stagione stanno trovando largo spazio in prima squadra, c'è da rimarcare come i giovani biancorossi abbiano riportato a casa un trofeo particolarmente ambito quello appunto relativo alla Coppa Disciplina conteggiata tenuto conto del comportamento in campo dei propri tesserati unitamente a tecnici e dirigenti che hanno fatto quadrato ed ottenuto l'obiettivo prefissato alla vigilia (la promozione) mantenendo la necessaria serenità e serietà universalmente riconosciuta anche dalle società avversarie.

juniores disciplinaQuello ottenuto oggi dalla Juniores è un risultato che parte da molto lontano. Sembrano lontani i tempi in cui la nuova società biancorossa si insediò con il progetto preciso di rilanciare il prodotto locale cercando di abbinare alla crescita dei propri ragazzi e dell'identità locale anche i risultati sportivi, notoriamente fondamentali in una piazza importante e prestigiosa come quella pennese. Tant'è che il Penne proprio dai giovani dovette ripartire, dovendo così rinunciare alla disputa del campionato Juniores nella stagione 2013/14 vista la necessità di integrare i ragazzi in Prima Squadra per permettere la disputa del torneo di Promozione.
Una scelta per certi versi dolorosa ma necessaria: la Juniores biancorossa militava infatti già nel torneo d'elite ininterrottamente dall'anno della costitutizione. E se quei ragazzi permisero alla prima squadra la disperata permanenza in Promozione oltre a fare da trampolino di lancio per le due stagioni successive (arrivarono i playoff il campionato seguente, la vittoria del campionato col ritorno in Eccellenza l'anno dopo), la Juniores stessa iniziò a porre le basi per l'importante traguardo centrato finalmente la stagione passata.
Dal 25 settembre dunque i biancorossi torneranno ad essere rappresentati nella categoria che più le compete nella certezza di aver creato un serbatoio di ragazzi da cui attingere a piene mani, come già del resto dimostrato dai tanti esordi di ragazzi classe 2000 ed addirittura 2001 come già avvenuto nel ritorno di Coppa Italia.
Penne inserito nel girone B della fase d'elite che esordirà in casa contro il Cupello. Il torneo prevede due gironi da 14 squadre con gare di andata e ritorno ed andrà a concludersi il 16 aprile, sempre in casa, contro il Vasto Marina. Accedono alla finale regionale le prime classificate di entrambi i gironi.
Nel frattempo nella settimana a venire prenderà il via anche il torneo Giovanissimi Regionali: per i biancorossi esordio il 17 settembre sul difficile campo dell'Acqua e Sapone. Confermata anche la regola del torneo: prima fase divisa in due gironi da 16 squadre con gare di sola andata; le prime cinque dei due gironi andranno a formare il girone d'elite finale da 10 squadre (andata e ritorno) che deciderà la squadra campione regionale. Le restanti 11 invece disputeranno la seconda fase in due distinti gironi con le prime che si giocheranno a fine stagione la "Coppa Abruzzo" mentre le ultime 3 di ciascun girone retrocederanno al torneo Provinciale.