Giovedì, 20 Settembre 2018 | Login

cacciatoreNon bastano tre reti realizzate in trasferta ed un super Cacciatore ai biancorossi per uscire da Cupello con i tre punti. Gara rocambolesca quella andata in scena in terra vastese con i ragazzi di Giandomenico tre volte avanti e sempre rimontati con i rimpianti che aumentano al novantesimo quando l'estremo di casa negava a Coletta la rete della vittoria. Avanti quasi subito con Cacciatore il Penne ha controllato la prima frazione raddrizzata dai locali solo su calcio piazzato nel finale. Nella ripresa la girandola di gol: biancorossi subito avanti poi il pari con gran gol di Pendenza prima del nuovo vantaggio ed il pari rocambolesco di Avantaggiato.

 

Penne in campo di nuovo col 4-3-3; agli infortunati D'Amico (sostituito da Domenicone) e Reale, si aggiungeva anche il forfait di D'Addazio sostituito da Silvaggi in coppia con Ballanti al centro della difesa. A centrocampo di nuovo arretrato Cacciatore con Savini e Pagliuca, in avanti spazio al trio Rodia-Orta-Coletta.

Pronti-via e l'approccio al match dei ragazzi di Giandomenico era subito devastante: al primo affondo al 3' arrivava così il vantaggio con Orta bravo a liberarsi sull'out destro e pennellare un cross sul secondo palo dove l'accorrente Cacciatore era pronto, di testa, a deviare in porta.
La reazione dei locali era blanda e si limitava ad un tentativo di Avantaggiato su calcio piazzato (alto) ed una conclusione senza troppe pretese di Simone Tucci che da posizione decentrata al 24' calciava alle stelle.
Al 29' recriminazioni pennesi per un gol annullato a Silvaggi che di testa girava in porta un piazzato di Cacciatore ma veniva fermato dalla segnalazione dell'assistente di linea parsa comunque azzeccata.
Il Penne insiste ed al 31' un'azione avvolgente tutta di prima libera Coletta sulla destra che crossa centralmente per Orta anticipato dalla provvidenziale uscita in tuffo di Marconato.
Nel finale della prima frazione il match prende una piega diversa: prima al 41' i biancorossi sfiorano il raddoppio con Coletta che di testa impegna severamente Marconato che vola e salva il risultato, poi sul capovolgimento di fronte arriva il pareggio cupellese. I padroni di casa si guadagnano una punizione dal limite, alla battuta va Simone Tucci che infila Domenicone per l'1-1 al 44'.

Al rientro dagli spogliatoi il tecnico locale manda in campo l'esterno d'attacco Monachetti che cambierà completamente volto ai suoi. E' il Penne tuttavia ad approcciare subito in maniera devastante la frazione siglando il gol del nuovo vantaggio dopo appena 40 secondi: a propiziarlo è il solito Cacciatore che entra in area da destra e tocca centralmente per Rodia che a porta spalancata manda in porta la palla del 2-1. Al 3' si scuote Pendenza che dal limite prova la conclusione insidiosa che si spegne a lato. Al 9' la palla che potrebbe chiudere il match con Coletta che irrompe da destra e crossa per Rodia che da due passi non riesce a deviare in porta trovando il pronto riflesso di Marconato.
I biancorossi sembrano poter controllare agevolmente il match ma sul più bello arriva la perla di Pendenza che conquista di prepotenza un pallone al limite e sfodera dal cilindro una conclusione potente e precisa che si infila imparabilmente all'angolino alla sinistra di Domenicone: 2-2 e tutto da rifare.
Il pari ringalluzzisce i locali spinti dal già citato Monachetti ed al 14' serve il miglior Domenicone a disinnnescare una conclusione in area di Simone Tucci. Eppure i ragazzi di Giandomenico non si perdono d'animo ed al 16' calano il tris ancora con Cacciatore che in area al volo di destro infila di nuovo Marconato, 3-2 e distanze ristabilite.
Al 21' arriva tuttavia nella maniera più rocambolesca possibile il nuovo pareggio che fisserà il match sul definitivo 3-3: punizione di Avantaggiato dalla trequarti, il pallone ricade beffardamente in area senza che nessuno riesca a deviarlo in porta e sul rimbalzo si infila in porta.
Il pari insperato ravviva di nuovo i locali che ora sognano anche il colpaccio ed al 36' è ancora Domenicone ad essere chiamato in causa bravo a disinnescare in corner una conclusione ravvicinata di Monachetti.
Gli schemi già saltati rendono vivo il finale: al 38' è il turno di Rodia che dalla distanza disegna un bolide di gran potenza che si spegne a lato non di molto, al 41' è l'attivissimo Monachetti a spuntare sul secondo palo e mandare a lato un invito dall'out sinistro.
L'ultimo sussulto è di marca pennese che sfiora il poker proprio al novantesimo: Coletta ha la palla buona in area calcia al volo con discreta potenza da buona posizione ma Marconato si supera ed in tuffo nega la gioia del gol al giovane attaccante pennese.

Alla fine è 3-3, un pari rocambolesco per un Penne sfortunato capace di mettere in campo ottime trame di gioco ma purtroppo di nuovo beffato nei momenti topici del match. I padroni di casa malgrado gli ultimi risultati negativi hanno dimostrato tanto carattere e discrete individualità in campo che hanno permesso di raddrizzare un match a tratti difficile da riprendere. L'appuntamento con il primo successo esterno stagionale è cosi di nuovo rimandato.

CUPELLO-PENNE 3-3 (1-1)

CUPELLO: Marconato, Progna, Bruno, Tucci A (7'st De Santis), Giuliano, Benedetti, D'Antonio (1'st Monachetti), Tucci S, Pendenza, Avantaggiato (37'st Quaranta), Troiano. A disposizione: Stivaletta, Bassano, Di Paolo, De Vivo. Allenatore: Carlucci

PENNE: Domenicone, Camporesi, Carpegna, Savini, Ballanti, Silvaggi, Rodia, Pagliuca, Orta (42'st Di Martino), Cacciatore, Coletta. A disposizione: Di Norscia, Di Teodoro, Bianchini, Balia, Pasta, Cervoni. Allenatore: Giandomenico

Arbitro: Di Carlo di Pescara

Reti: 3'pt Cacciatore (Penne), 44'pt Tucci S (Cupello), 1'st Rodia (Penne), 12'st Pendenza (Cupello), 15'st Cacciatore (Penne), 21'st Avantaggiato (Cupello)

Ammoniti: Cacciatore, Pagliuca (Penne)