Sabato, 23 Giugno 2018 | Login

logo-articleTerza gara in sette giorni in un torneo che non ammette soste. Si torna già in campo domenica per la dodicesima di campionato ed il calendario non riserva certo un turno agevole ai biancorossi reduci da due sconfitte consecutive difficili da metabolizzare in così poco tempo. Avversario di turno sarà infatti il Sambuceto di mister Alessandro Tatomir, attuale vicecapolista del torneo unica squadra al momento alla rincorsa del lanciatissimo Real Giulianova. Una rosa rinnovata quella viola, sulla base di quella della passata stagione ma rinforzata da elementi di grande spessore che ne fanno allo stato attuale una seria candidata alla vittoria finale. Al Penne servirà dunque una prestazione maiuscola che, oltre ad una importante boccata d'ossigeno in termini di classifica, regalerebbe anche una bella scossa morale.

Rappresentante della popolosa frazione del comune di San Giovanni Teatino, il Sambuceto è a tutti gli effetti la prima squadra del Paese soprattutto in termini di lungimiranza sportiva a certi livelli.
Malgrado il suo nome non sia legato a risultati sportivi di particolare rilevanza, i viola rappresentano ormai un'istituzione del calcio dilettantistico abruzzese proprio in virtù dei tanti trascorsi nei campionati che contano. 
Militando in Promozione già dai tempi della massima categoria abruzzese, la Viola Sambuceto (quella era la denominazione della squadra ai tempi) nel 1991/92 ottenne l'accesso alla neo-costituita Eccellenza dopo il sesto posto raggiunto nel proprio girone di Promozione. In Eccellenza la Viola rimarrà per tre stagioni prima della retrocessione (1993/94). 
Nelle annate successive un piccolo record: la Folgore Sambuceto (nuova denominazione) disputerà la bellezza di ventuno tornei consecutivi in Promozione sfiorando in diverse occasioni il ritorno in Eccellenza. I tempi sembrano ormai maturi per il salto di qualità, la successiva fusione con il San Paolo (seconda squadra di Sambuceto) cementerà notevolmente una società forte e coesa che porterà i viola a dominare il girone B di Promozione nella stagione 2014/15 centrando così l'agognato ritorno nell'elite del calcio regionale. La prima stagione del ritorno sarà tuttavia infausta: l'esonero fulmineo del tecnico Franco Bianchi, le continue rivoluzioni in seno alla squadra, ed un inaspettato crollo nella fase finale del torneo unito all'ecatombe delle abruzzesi in D porterà il Sambuceto alla clamorosa retrocessione maturata per mano del Montorio 88 nello spareggio (al Sambuceto sarebbe bastato un pari). 
Ottenuta la permanenza in Eccellenza tramite ripescaggio ed affidata la panchina alle cure di mister Tatomir tuttavia, per i sambucetesi si profilerà una stagione più che tranquilla (2016/17) con un girone di ritorno strepitoso che li porterà a sfiorare i playoff.

Confermato mister Tatomir in panca e puntellata una rosa di per sè già importante, il Sambuceto è sicuramente tra le squadre candidate a rivestire un ruolo da protagonista in campionato. Persi Sichetti, Maraschio, Cinquina, Potacqui, Vaccaro, Mottola e soprattutto il forte fantasista Nardone passato allo Spoltore, il Sambuceto ha attinto dal mercato diversi giocatori di categoria superiore che conferiscono un tasso tecnico notevolmente superiore rispetto a quello della passata stagione.
Porta blindata con l'arrivo di Testa forte estremo difensore ex L'Aquila in Lega Pro, in difesa sono arrivati D'Amico e Tuzi dal Paterno oltre al forte terzino Antenucci del San Salvo. La mediana è stata confermata in blocco con i forti fuoriquota Gelsi e Camperchioli affiancati dall'esperto Beniamino. Il reparto offensivo è probabilmente quello più assortito: perso bomber Maraschio, i viola si sono affidati a Saverio Mastrojanni ex Martinsicuro la passata stagione in Eccellenza umbra con la maglia del Subasio; il bomber napoletano ha già messo a referto quattro reti. Occhi puntati tuttavia soprattutto sugli esterni: Antonacci, forte attaccante con origini pennesi arrivato dall'Alba Adriatica ed Andrea La Selva ex Renato Curi Angolana e Francavilla già in procinto di vestire la casacca biancorossa la passata stagione.

L'avvio del torneo dei viola è stato subito all'insegna delle aspettative: attualmente il Sambuceto occupa il secondo posto in classifica a -4 dal travolgente Real Giulianova con una sola sconfitta rimediata alla seconda giornata e soprattutto la miglior difesa del torneo con appena sette reti al passivo. A pregiudicare finora il cammino al vertice della classifica sono stati i tanti pareggi fatti registrare (quattro su dieci gare) per una squadra che fa dell'equilibrio tattico il proprio principale credo, segno evidente della mano dell'allenatore.

Precedenti recenti favorevolissimi ai biancorossi che la passata stagione hanno riportato sei punti nelle due gare infilando il primo successo stagionale all'andata (1-0 casalingo) e vincendo con un secco 2-0 fuori casa dando così il via all'entusiasmante rimonta che portò i ragazzi di mister Savini ad un'insperata salvezza. Da registrare negli anni precedenti anche il doppio successo nel playoff di Promozione stagione 2010/11 quando i biancorossi eliminarono in semifinale i viola ai tempi allenati da mister Castellano con un doppio successo fuori ed in casa prima di arrendersi in finale al Vasto Marina degli ex Contini e Sputore.
Anche in campionato i biancorossi hanno una tradizione piuttosto positiva contro il Sambuceto, si spera possa questo dato essere di buon auspicio in vista del match di domenica.