Mercoledì, 17 Gennaio 2018 | Login

rodiaUn Penne sotto tono cade al Petruzzi di Città Sant'Angelo. Senza la necessaria grinta per oltre un'ora di gioco, i biancorossi hanno sofferto nella prima frazione di gioco andando sotto proprio allo scadere quando Cipressi realizzava un calcio di rigore causato ingenuamente. Al rientro dagli spogliatoi l'Angolana raddoppiava al primo affondo con Maiolo, e solo allora i ragazzi di Giandomenico si scuotevano riaprendo il match con Rodia (foto) esercitando poi un forcing fino ai minuti di recupero che non si traduceva purtroppo nel sospirato pari. 

 Privo dei partenti Pagliuca, Orta e Balia, mister Giandomenico optava per un 4-3-3 spostando Ballanti nell'insolito ruolo di terzino con Zeetti che esordiva al centro della difesa; Donatangelo era il regista di un centrocampo completato da Reale e Savini, in avanti spazio al tridente con Cacciatore riferimento centrale, Rodia e Coletta sugli esterni.
Sul fronte opposto un'Angolana piena di giovani con ben cinque fuoriquota ed il più anziano D'Alonzo classe 1988. 

Primi minuti di studio con un Angolana attenta ed un Penne pronto a ripartire in contropiede. Le prime occasioni sono di marca biancorossa anche se tutt'altro che concrete: un affondo di Rodia viene smorzato dalla difesa nerazzurra, abile qualche minuto dopo a stoppare anche Cacciatore che in area avrebbe la palla buona ma non trova il tempo giusto per la conclusione.
Con il passare dei minuti tuttavia vengono fuori i locali che iniziano a macinare gioco mettendo sovente in difficoltà la retroguardia pennese: il primo squillo arriva al 31' quando Ruggieri dalla destra azzecca la conclusione a giro, D'Amico è reattivo e vola a deviare in corner.
E' lo stesso Ruggieri due minuti dopo a divorarsi il gol del vantaggio quando, imbeccato da un cross di D'Alonzo tutto solo sul secondo palo a due passi dalla porta, di testa in tuffo manda clamorosamente alto.
Campanelli d'allarme che si concretizzano proprio sul filo di lana quando uno slalom in area di un giocatore di casa in mezzo a quattro uomini della difesa pennese causa il calcio di rigore che sblocca il match: dagli undici metri Cipressi è freddo e spiazza D'Amico.

Al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta la reazione ma al primo affondo sono i locali a raddoppiare con Maiolo che in area da due passi raccoglie un tocco da destra e fulmina D'Amico.
Il Penne sembra ora in balìa dell'avversario, l'Angolana tuttavia frena ed i biancorossi guadagnano campo riaprendo il match con Rodia abile di testa ad infilare l'ex di turno Giacomo Agresta. Giandomenico ora ridisegna i suoi con un più duttile 3-5-2 e l'inerzia del match in qualche maniera cambia con il Penne che prende in mano il pallino del gioco ed un'Angolana più contratta. L'ingresso di Di Martino in particolare ravviva le manovre offensive biancorosse che tuttavia hanno poco sbocco ed al 32' dopo un'uscita avventata di Agresta Cacciatore termina a terra al limite dell'area; calcio di punizione che lo stesso numero 10 biancorosso va a battere con palla alta non di molto.
Nel finale ancora una potenziale occasione con Bianchini che si trova un buon pallone in area ma manca il tempo per la conclusione, poi un tiro cross di Rodia imbeccato da Cacciatore termina tra le braccia di Agresta.
I padroni di casa si rifanno vivi con un paio di incursioni in contropiede ma non pungono più di tanto. Alla fine è una sconfitta che certifica il momento poco positivo dei biancorossi che ora dovranno riprendere a correre sin dalla prossima insidiosa trasferta di Scoppito.

RENATO CURI ANGOLANA-PENNE 2-1 (1-0)

RC ANGOLANA: Agresta, Fabrizi, Maloku, Cipressi, Legnini, D'Alonzo, Ruggieri (23'st De Fanis), Maiolo (26'st Buffetti), Spinelli (9'st Sablone), Farindolini, Massa. A disposizione: Brunetti, Montefalcone, Berardinucci, Massacese. Allenatore: Rachini

PENNE: D'Amico, Ballanti, Silvaggi (11'st Di Martino), Reale (29'st Di Teodoro), D'Addazio, Zeetti (23'st Camporesi), Rodia, Donatangelo, Coletta, Cacciatore, Savini (11'st Bianchini). A disposizione: Domenicone, Di Fazio, Rossi. Allenatore: Giandomenico

Arbitro: Giampietro di Pescara

Reti: 46'pt rig.Cipressi, 8'st Maiolo, 19'st Rodia

Ammoniti: Reale, Donatangelo, Camporesi, D'Addazio (Penne), Maiolo (RC Angolana)