Mercoledì, 15 Agosto 2018 | Login

penne1718Seconda sconfitta consecutiva per i biancorossi che cadono a Martinsicuro al termine di un match che lascia tanto amaro in bocca. Sotto di una rete dopo appena un minuto sugli sviluppi di un corner "inventato" dall'assistente di linea, i biancorossi sono stati in balìa di un Martinsicuro padrone del campo pur senza creare grosse palle gol. Nella ripresa Rodia e Cacciatore sfiorano il pari, poi i padroni di casa raddoppiano di testa su azione confusa ed il Penne spreca l'impossibile per rientrare in partita: Di Ruocco fallisce un rigore, poi D'Addazio e nuovamente Di Ruocco sprecano due azioni nitide. Nel finale i locali sfiorano con Maio il tris. Domenica a Penne arriva il Giulianova capolista.

Oltre a Donatangelo mister Giandomenico perde in extremis anche Zeetti riproponendo così Silvaggi centrale di difesa ad affiancare D'Addazio con Manocchia riconfermato sull'out destro e Camporesi a sinistra. In mezzo al campo assente Reale per squalifica viene riproposto Ballanti in tandem con Iannascoli in avanti Coletta-Rodia-Di Ruocco ad alternarsi nel ruolo di prima punta con Cacciatore.
Tra i padroni di casa mister Guido Di Fabio fuori Cucco e Pietropaolo squalificati, capitan Carboni trova spazio in chiave di regia, in avanti Nepa e Di Giorgio sono le punte a supporto del centravanti Maio.

Neanche il tempo di studiarsi che i padroni di casa affondano il colpo approfittando appieno del gentile regalo dell'assistente di linea che inverte la decisione tra lo stupore di entrambe le squadre assegnando un calcio d'angolo contestatissimo al Martinsicuro. Dalla bandierina il cross trova il facile intervento di testa di De Cesaris che da due passi insacca incanalando subito la partita in favore dei suoi.
Il Martinsicuro siglato il vantaggio gestisce con facilità il possesso palla, il Penne compassato prova a ripartire in contropiede ma si assiste ad una partita che vive sul giro palla senza grosse opportunità. Ci provano ancora i locali con Maio che in area spara alto dopo errore in disimpegno di Ballanti, al 15' è il turno di capitan Carboni che prova l'eurogol dalla distanza ma la sua conclusione si spegne alta. 
Penne vivo al 22' quando Cacciatore innesca Rodia che controlla al volo in corsa ma da posizione difficile calcia alle stelle. 
La palla gol più nitida per i biancorossi arriva al 33' quando sugli sviluppi di un angolo di Cacciatore D'Addazio sbuca di testa sul primo palo ma la palla attraversa tutto lo specchio della porta perdendosi a lato non di molto.

Al rientro dagli spogliatoi il Penne avrebbe subito l'occasione per pareggiarla, Rodia entra in area da sinistra e calcia a giro, l'estremo di casa è bravo a respingere in tuffo e sulla ribattuta Cacciatore non ci arriva per questione di centimetri anticipato dalla difesa locale.
Al 12' sono tuttavia i padroni di casa a raddoppiare ancora con De Cesaris: sulla prima conclusione la difesa pennese salva sulla linea di porta, ne segue un ping-pong infinito e dopo una serie di deviazioni è ancora il numero 6 di casa ad indirizzare di testa in porta la palla del 2-0.
Il Penne non ci sta e dopo due minuti è Camporesi a sfiorare il gol con una conclusione in area a due passi dalla porta che termina alta di pochissimo, al 19' poi arriva l'occasionissima quando il signor Iannella de L'Aquila assegna un rigore dubbio ai biancorossi per contatto su Di Ruocco; è lo stesso esterno d'attacco ad incaricarsi della battuta ricalcando il movimento visto col Chieti, Osso è bravo a non tuffarsi e riesce a bloccare il tiro lasciando i suoi sul doppio vantaggio.
L'episodio sembra porre definitivamente il sigillo sul match eppure il Penne avrebbe altre due palle gol nitide per riaprirla: al 26' clamorosa l'occasione che capita a capitan D'Addazio che sugli sviluppi di un corner si ritrova un pallone facile facile a porta sguarnita da due passi, ma il suo tentativo angolato di testa si spegne incredibilmente sul fondo.
Al 34' la palla buona è ancora per Di Ruocco che conferma la sua giornata negativa ritrovandosi un pallone semplice sul dischetto, un rigore in movimento che l'esterno biancorosso spreca calciando malamente a lato.
Nel finale il Penne non riesce a trovare più sbocchi, i locali in contropiede sfiorano in due occasioni un tris ingeneroso prima con Nepa che centra l'incrocio dei pali dalla distanza al 38' poi in pieno recupero con Maio che al 49' entra in area ma prende in pieno il palo a D'Amico battuto.

Alla fine il triplice fischio sancisce così la seconda sconfitta consecutiva per i biancorossi troppo timidi nel primo tempo, incredibilmente spreconi nella ripresa contro un Martinsicuro che allunga a dodici la serie di risultati utili consecutivi che valgono ai truentini l'aggancio al Chieti al secondo posto in classifica.
Ora alle porte una settimana importante in cui i ragazzi di mister Giandomenico dovranno preparare nei dettagli il durissimo scontro di domenica quando a Penne salirà la capolista Giulianova. Oltre a Reale dovrebbero rientrare in campo anche Donatangelo e Zeetti.

MARTINSICURO-PENNE 2-0 (1-0)

MARTINSICURO: Osso, Dolegowski, Ferretti, Silvestri, Fiscaletti, De Cesaris, Di Giorgio, Lattanzi (45'st Biagetti), Maio (51'st Maione), Carboni (20'st Ruggieri), Nepa (47'st Astarita). Allenatore: Di Fabio

PENNE: D'Amico, Manocchia, Camporesi, Iannascoli, D'Addazio, Silvaggi, Rodia, Ballanti (41'st Savini), Coletta (20'st Rossi), Cacciatore, Rodia. Allenatore: Giandomenico

Reti: 2'pt e 12'st De Cesaris

Ammoniti: Ferretti, Maio, Nepa (Martinsicuro), D'Amico (Penne)