Venerdì, 23 Febbraio 2018 | Login

penne giulianovaUn Penne tosto e gagliardo gioca ad armi pari con la capolista ma deve arrendersi nel secondo tempo quando mister Piccioni pesca il jolly dalla panchina e centra con Vitelli il successo nell'unica occasione utile creata nell'intero match. Un verdetto amaro per un Penne che meritava senza ombra di dubbio il pari al termine di un match acceso, vivo agonisticamente (anche troppo nel finale) ma senza grosse azioni da rete. Primo tempo alla pari con i biancorossi che non capitalizzano una palla gol interessante con Iannascoli che in area di vede respingere in corner la sua conclusione. Ripresa sulla stessa lunghezza d'onda con Vitelli che, cinque minuti dopo il suo ingresso in campo, approfitta dell'unica sbavatura pennese entra in area e sigla il gol vittoria. Penne che si butta avanti nel finale ma prima con Bianchini e Rodia non sfruttano una palla vagante a pochi passi dalla porta, poi lo stesso Rodia non arriva per questione di millimetri all'impatto sul cross di Di Ruocco.

Mister Pavone all'esordio in panchina recupera Reale, Donatangelo e Zeetti e schiera i suoi con il 4-3-3 con Ballanti in panchina e confermando Manocchia sull'out destro con Camporesi sul fronte opposto; Zeetti ritrova il posto da titolare affianco a D'Addazio, Donatangelo in chiave di regia affiancato da Reale e Iannascoli, in avanti spazio al tridente Rodia-Di Ruocco-Cacciatore.
Sul fronte opposto mister Piccioni deve rinunciare all'esperto Borghetti, l'ex Pagliuca va in panchina, in porta spazio ad Abate con il fuoriquota Orsini che va in panchina in avanti Di Paolo e Flavioni agiscono sui lati del perno centrale Tozzi Borsoi con Francia schierato davanti la difesa che vede l'ex angolano Fabio Fuschi affiancato dal fuoriquota Di Lallo.

Il match è subito vivo, giocato in maniera molto agonistica specie a centrocampo laddove le due squadre si annullano. Malgrado ritmi alti e vibranti così le palle-gol latitano: al 6' è l'estremo giuliese Abate a rischiare la frittata perdendo un pallone con Cacciatore appostato a pochi passi che non riesce tuttavia ad approfittare, al 10' è il turno di Tozzi Borsoi che prova il gol dalla distanza calciando al volo un pallone che si spegne alto.
Biancorossi che avrebbero la palla buona al 29' con Iannascoli che irrompe in area dalla destra ed opta per una sorta di tiro-cross su cui Abate è bravo a distendersi per deviare in corner. E' tutta qui la cronaca di una prima frazione equilibrata ma avara di emozioni nelle rispettive aree di rigore.

Nella ripresa non cambia l'atteggiamento delle due compagini che provano a far gioco ma finiscono per annullarsi. Al 15' per i giuliesi ci prova Del Grosso con una conclusione dalla distanza centrale facile preda di D'Amico. 
La tegola per i padroni di casa si materializza al 20' quando Zeetti è costretto ad abbandonare il campo infortunato, al suo posto in campo Silvaggi. Sul fronte opposto mister Piccioni effettua la mossa che decide il match, fuori Di Paolo (il migliore dei suoi) dentro Vitelli. Il cambio porta i frutti sperati perchè l'attaccante al 22' riesce a bucare la retroguardia di casa, entra in area e con un diagonale di potenza infila D'Amico sul secondo palo.
Il Penne prova a reagire ma non trova sbocchi nell'arcigna difesa giuliese che al 27' riparte in contropiede con Tozzi Borsoi che riceve palla in area ma calcia a lato.
Pavone le prova tutte e mette in campo Bianchini nel finale, i centimetri del giovane attaccante biancorosso permettono di sfruttare meglio le palle alte ed al 47' i padroni di casa avrebbero l'occasionissima prima con Bianchini che non riesce di testa a centrare la porta, poi sulla ribattuta Rodia dal limite dell'area piccola non riesce ad impattare la sfera che termina tra le braccia dell'estremo ospite.
Ultimo sussulto al 49' quando Di Ruocco crossa dalla sinistra ma la palla è troppo alta laddove Rodia, per questione di millimetri, non riesce a girarla in porta.

Al triplice fischio un pò di nervosismo di troppo caratterizza il finale di gara con un calciatore ospite che colpisce D'Amico causando un parapiglia proseguito nel dopo gara. Per gli ospiti un successo d'oro ed insperato che proietta la capolista a +7 dalla prima inseguitrice, per il Penne invece una sconfitta amara da digerire, la terza consecutiva, ma la consapevolezza di aver sciorinato una prestazione che permette di guardare con maggiore positività al futuro sin dalla prossima partita con un calendario che, dopo le sfide ravvicinate alle prime tre della classe, sembra ora farsi più abbordabile.

PENNE-REAL GIULIANOVA 0-1 (0-0)

PENNE: D'Amico, Manocchia (43'st Bianchini), Camporesi, Donatangelo, D'Addazio, Zeetti (20'st Silvaggi), Rodia, Reale, Iannascoli (30'st Coletta), Cacciatore, Di Ruocco. A disposizione: Di Norscia, Ballanti, Savini, Rossi. Allenatore: Pavone

REAL GIULIANOVA: Abate, Del Grosso, Lanza, Fuschi, Di Lallo, Balducci, Di Paolo (17'st Vitelli), Lenart, Tozzi Borsoi, Francia (34'st D'Alessandro), Flavioni. A disposizione: Orsini, Cuomo, Pagliuca, Barlafante, Antonelli. Allenatore: Piccioni

Arbitro: Paterna di Teramo

Rete: 22'st Vitelli

Ammoniti: Donatangelo, Manocchia (Penne), Tozzi Borsoi, Abate (Real Giulianova)