Giovedì, 15 Novembre 2018 | Login

ZAMORA2Vince il Penne ma non basta, la Renato Curi Angolana in virtù del successo dell'andata (2-0) passa il turno grazie a D'Alonzo che riequilibra un match sbloccato appena tre minuti prima dallo spagnolo Zamora (foto) in gol all'esordio, rendendo poi vano il gol vittoria siglato da Di Ruocco. Successo meritato quello dei biancorossi figlio di un secondo tempo giocato meglio dai ragazzi di mister Pavone dopo una prima frazione abulica e povera di azioni da gol. Succede tutto quindi nella ripresa: prima Cacciatore sfiora il vantaggio poi Zamora approfitta di una difettosa respinta dell'estremo ospite per siglare il gol che riapriva il match; discorso qualificazione che svanisce quasi subito con D'Alonzo che salta D'Amico ed infila in rete malgrado il tentativo disperato di Silvaggi. Nel finale il meritato gol vittoria di Di Ruocco che salta la difesa angolana e supera Abate.

Con Donatangelo ancora out insieme a Savini squalificato e Baz in attesa di transfert, mister Pavone recupera Di Ruocco e Zamora confermando il 4-2-3-1 visto a Città Sant'Angelo con lo spagnolo riferimento centrale in avanti appoggiato da Di Ruocco, Cacciatore ed il confermato Rossi (2000); a completare l'organico dei fuoriquota Rachini (1999) e Di Remigio (1999) con il nuovo arrivato Pavone (1999) ex Pineto e Montorio, che parte dalla panchina.
Sul fronte opposto mister D'Eugenio opta per qualche cambio rispetto al match d'andata affidando una squadra giovane all'esperto D'Alonzo in mediana, con i rapidi Zippilli e Ruggieri sugli esterni, in avanti confermato il tandem Zampacorta-Di Eleuterio.

Primo tempo noioso e senza grosse opportunità con gli ospiti che sembrano controllare con estrema facilità i tentativi dei padroni di casa. Al 21' ci prova Ruggieri per i gialloblu con sfera che termina a lato, al 30' tocca a D'Alonzo che dalla distanza lascia partire una conclusione che non centra lo specchio dela porta.
Prima azione pennese al 33' con Zamora che al limite apparecchia un buon pallone per Cacciatore che di prima intenzione calcia alto. Al 45' ci prova Di Ruocco a sfondare da sinistra, entra in area ma spreca tutto calciando debolmente e fuori sul primo palo.

Al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Pavone sembrano scuotersi e mettono più cattiveria in campo stringendo l'Angolana nella propria metà campo. Al 12' Zamora trova il pertugio centrale ma viene anticipato in uscita da Abate, sulla ribattuta irrompe Cacciatore che conclude di prima intenzione ma lo stesso estremo ospite interviene di piede a respingere la minaccia.
Al 14' l'azione più limpida del match: Zamora riceve palla al limite e smarca Cacciatore il cui diagonale ad incrociare in area si spegne a lato di un soffio.
Mister Pavone prova ora a dare più spinta ai suoi, getta nella mischia l'attaccante Rosini (1999) spostando Zamora sull'out destro. Il cambio da più profondità ai biancorossi e sarà lo stesso Zamora a riaprire i giochi per la qualificazione. Azione che parte da una percussione centrale di Iannascoli che porta alla conclusione Cacciatore, il cui tiro smorzato viene respinto malamente da Abate favorendo l'inserimento dell'attaccante spagnolo che da due passi infila la palla del vantaggio.
Lo stesso Zamora sembra rigenerato ed un minuto dopo prova la conclusione dal limite troppo centrale. Biancorossi che sembrano in grado di riequilibrare la contesa, ma arriva subito la doccia gelata quando D'Alonzo è abile ad imbucarsi tra le maglie della difesa di casa, saltare D'Amico e depositare in rete malgrado il disperato tentativo di Silvaggi che prova a respingere davanti la linea di porta.
Il gol del pari a dieci dal termine sancisce l'eliminazione dei biancorossi che malgrado tutto si buttano in avanti alla ricerca del nuovo meritato vantaggio, siglato al 39' da Di Ruocco che imbuca centralmente e fredda Abate con un tocco morbido e preciso.
Nel finale il Penne potrebbe calare il tris ma Cacciatore non riesce ad addomesticare un pallone insidioso proveniente dall'out sinistro.

Chiuso il capitolo Coppa Italia dunque i biancorossi si preparanno all'avvio del torneo in programma domenica, domani (lunedi) sarà ufficializzato il calendario e si conoscerà finalmente il nome della prima avversaria.

PENNE-RENATO CURI ANGOLANA 2-1 (0-0)

PENNE: D'Amico, Rachini (19'st Rosini), Silvaggi, Iannascoli, D'Addazio, Casimirri, Rossi (19'st Di Marcantonio), Di Remigio (39'st Pavone), Zamora, Cacciatore, Di Ruocco. A disposizione: D'Intino, Cervoni, Di Simone, Di Fazio. Allenatore: Pavone

RC ANGOLANA: Abate, Di Pietrantonio (30'st Lahbi), Casati, Cipressi (22'st Fabrizi), Giammarino, Ballanti, Zippilli (14'st Buffetti), D'Alonzo, Zampacorta (6'st D'Antonio), Di Eleuterio, Ruggieri (38'st Bianco). A disposizione: Di Pasquale, Montefalcone, Marramiero, Melone. Allenatore: Di Serafino

Arbitro: D'Antuono di Pescara

Reti: 32'st Zamora (Penne), 35'st D'Alonzo (RC Angolana), 39'st Di Ruocco (Penne)

Ammoniti: Lahbi