Sabato, 20 Ottobre 2018 | Login

logo-articleSi giocherà regolarmente domenica presso il Campo di Villa Vomano (Teramo) alle ore 15:00 la gara valida per la quinta giornata di campionato tra i locali del Pontevomano ed i biancorossi di mister Pavone. Superati i problemi all'impianto, che avevano costretto i teramani a giocare a porte chiuse il match interno di domenica con il Martinsicuro, si attende una larga risposta da parte del pubblico pennese dopo il buon pari con la Torrese e provare a replicare la bella prestazione esterna di Martinsicuro. Non sarà facile visto che l'avversario di turno sarà decisamente motivato a riscattare lo scivolone casalingo dell'ultima partita, ma di certo i biancorossi vogliono continuare a correre e chiedono strada alla matricola del torneo di Eccellenza.

Si tratta del debutto assoluto per la matricola rappresentante della popolosa frazione di Villa Vomano di Teramo confinante con i comuni di Penna Sant'Andrea e Basciano.
Malgrado i gialloneri siano solo all'esordio in Eccellenza, piuttosto importante rappresenta la storia della società vomanese nel calcio abruzzese: fondato nel 1977 infatti, il Pontevomano milita pressochè in pianta stabile nel calcio che conta dai primi anni 90. Nella stagione 1992/93 il primo storico salto in Promozione, cadetteria abruzzese che il Pontevomano dal 1993/94 in poi disputerà quasi costantemente ed in cui ha militato ininterrottamente dal 2012/13 ad oggi con il grande salto effettuato dopo un lungo ed entusiasmante testa a testa con la Virtus Teramo (oggi Nereto).

L'avvio del torneo non è stato dei migliori per i ragazzi guidati da mister Guerino Capitanio arrivato a Pontevomano per sostituire il partente mister Franco Nardini. Dopo un inizio incoraggiante con il passaggio del turno in Coppa Italia, il susseguente pari rimediato a Nereto e la sconfitta di misura, con l'onore delle armi, nel match casalingo col Chieti infatti, per i teramani sono arrivate due pesanti sconfitte consecutive l'ultima delle quali avvenuta per mano del Martinsicuro nel primo dei turni casalinghi consecutivi.

La formazione è stata confermata nel blocco vincente della passata stagione, con l'aggiunta di pochi giocatori tra cui la punta di pregio Manuel Di Sante che lo scorso anno tanto bene aveva fatto ad Alba Adriatica.

Una gara dura ed insidiosa insomma per i ragazzi di mister Pavone che confidano nella buona vena di bomber Zamora ma soprattutto nella crescita complessiva di una squadra che mostra una condizione fisica finalmente degna e che sta piano piano recuperando Donatangelo.