Venerdì, 14 Dicembre 2018 | Login

zamoraUn Penne mai in partita nella prima frazione, ingenuo nella ripresa, cede il passo al Pontevomano rimediando in terra teramana la prima sconfitta esterna in campionato. Approccio disastroso alla partita con padroni di casa in vantaggio alla prima sortita e vicini in più occasioni al raddoppio con un salvataggio di Rachini e due legni che bloccano i teramani. Nella ripresa i biancorossi partono con altro piglio, riequilibrano l'incontro subito col solito Zamora (foto) fallendo il sorpasso con Casimirri. Nel momento migliori dei ragazzi di Pavone arriva tuttavia la sbavatura difensiva che regala rigore e vittoria al Pontevomano.

Mister Pavone varia leggermente lo scacchiere in campo con Silvaggi non al meglio che parte dalla panchina e Casimirri che torna centrale affianco a capitan D'Addazio. In mediana rientra dal primo minuto Donatangelo ad affiancare Silvaggi, Di Remigio arretrato in difesa sull'out sinistro.
Sul fronte opposto il Pontevomano, a caccia del primo successo stagionale, può contare sulla qualità e l'esperienza del nuovo arrivato Giampiero Francia in mediana, sfoggiando i gioielli Manuel Di Sante nel reparto avanzato e l'incontenibile Gentile a centrocampo.

Pronti-via è l'avvio è un vero e proprio martirio per i biancorossi sotto alla prima azione: corre il 4' infatti quando Gentile approfitta di un errore macroscopico della difesa biancorossa e lancia Di Sante che si invola tutto solo in area e supera l'incolpevole D'Amico per il gol del vantaggio. 
Gara in salita e Penne in tilt, tanto che dopo appena due minuti serve un intervento di Rachini a respingere a porta sguarnita un tentativo di D'Orazio. La gara è un monologo dei locali ed al 13' è il palo interno che nega il meritato raddoppio al Pontevomano dopo una magistrale punizione di Francia. Al 16' è ancora il legno a salvare i biancorossi quando D'Orazio da due passi in area riceve palla da Maranella e conclude di prima intenzione centrando in pieno la traversa. Ancora qualche minuto e i locali recriminano per un intervento in area di D'Amico che chiude la strada allo scatenato Di Sante.
Biancorossi che provano a scuotersi ed al 19' avrebbero la palla buona per il pari con Di Ruocco che in area alza a lato un pallonetto dalla breve distanza, poi al 21' ci prova Cacciatore con una conclusione violenta dalla distanza che l'estremo di casa blocca in due tempi. Ultimo sussulto nel finale di frazione con Di Ruocco che salta due avversari e conclude in porta, Di Martino in tuffo respinge.

Al rientro dagli spogliatoi l'inerzia del match cambia subito quando dopo tre minuti il solito Zamora imbeccato centralmente entra in area e con un diagonale chirurgico infila l'estremo di casa all'angolino per il gol del pari. 
Segnata la rete dell'1-1 il Penne si scuote ed al 10' spreca il gol del sorpasso con Casimirri che riceve un buon pallone sul secondo palo ma, a porta sguarnita, non riesce ad indirizzare alla perfezione una conclusione che si spegne debolmente tra le braccia dell'attento Di Martino.
Quando tutto lasciava presagire ad un prosieguo di gara tranquillo tuttavia, un'altra incertezza difensiva permette a Di Sante di entrare in area con l'attaccante di casa che termina a terra dopo un dubbio contatto con Rachini, per l'arbitro ci sono gli estremi per concedere il penalty ai locali con conseguente ammonizione del terzino pennese, dagli undici metri lo stesso Di Sante è freddo e supera D'Amico con un beffardo cucchiaio.
L'1-2 tramortisce oltremodo i biancorossi che provano a reagire e chiudono il Pontevomano nella propria metà campo ma senza grosso costrutto tanto che sono poche le occasioni da gol create, e neppure l'innesto del dinamico Baz serve a cambiare di molto la sostanza.
Nel recupero da segnalare l'espulsione di Rachini che rimedia il secondo giallo e l'ultima occasione nel finale quando capitan D'Addazio riceve palla al limite da Baz e calcia di prima intenzione con palla che non prende il giro sperato spegnendosi alta.

Triplice fischio che sancisce la prima sconfitta esterna stagionale per i biancorossi dopo i quattro punti conquistati nelle ultime due gare. Un risultato sostanzialmente giusto, ai punti, per quanto visto complessivamente in campo ma che alla fine lascia comunque l'amaro in bocca per come arrivato. Da migliorare decisamente l'approccio alle partite in attesa del prossimo doppio turno che vedrà i biancorossi affrontare prima il Paterno in casa domenica poi nell'infrasettimanale la dura trasferta di Capistrello. Due gare da affrontare con la giusta cattiveria agonistica e determinazione.

PONTEVOMANO-PENNE 2-1 (1-0)

PONTEVOMANO: Di Martino, Angelozzi, Merlini, D'Orazio, Passamonti, Marcozzi, Gentile, Francia (37'st Salvatore), Pellone (24'st Di Francesco), Di Sante M (45'st Salvatore), Maranella. A disposizione: Farnese, Iachini, Pallitti, Di Ludovico, Di Sante S. Allenatore: Capitanio

PENNE: D'Amico, Rachini, Di Remigio, Donatangelo, D'Addazio, Casimirri (37'st Baz), Rossi (37'st Di Marcantonio), Iannascoli, Zamora, Cacciatore, Di Ruocco. A disposizione: D'Intino, Cervoni, Savini, Silvaggi, Pavone, Rosini, Bianchini. Allenatore: Pavone

Arbitro: Serani de L'Aquila

Reti: 4'pt Di Sante M (Pontevomano), 3'st Zamora (Penne), 22'st rig. Di Sante M (Pontevomano)

Ammoniti: Rachini, Donatangelo (Penne), Gentile, D'Orazio, Francia (Pontevomano)

Espulsi: al 45'st Rachini (Penne) per somma di ammonizioni