Venerdì, 16 Novembre 2018 | Login

casimirriIl Penne vince, convince, e finalmente ottiene il primo acuto interno stagionale spezzando un digiuno dalle vittorie lungo sette turni e prendendo così una bella boccata d'ossigeno in classifica. Protagonista di giornata Andrea Casimirri (foto) abile ad incornare in porta un corner di Cacciatore dopo cinque giri di lancette e decidere un match dominato dal primo all'ultimo minuto dai biancorossi, rimasto in discussione sino alla fine solo a causa dei macroscopici errori sotto porta che hanno tenuto in bilico il risultato, malgrado l'evidente dominio territoriale con D'Amico praticamente inoperoso per tutta la durata dell'incontro. Confermati insomma i segnali più che positivi messi in mostra a Città Sant'Angelo dove era mancato solo il risultato.

Gara complicata sotto tutti i punti di vista quella che vedeva opposti i ragazzi di mister Pavone al Sambuceto vicecapolista: da una parte il valore intrinseco di un avversario la cui rosa è stata costruita con oculatezza in estate, dall'altro lo spirito di rivalsa degli stessi reduci da soli due punti conquistati nelle ultime tre gare dopo un avvio di torneo da corazzata con sei successi consecutivi in altrettante gare. Troppo importante la posta in palio anche per i ragazzi di Pavone ormai a digiuno di vittorie da settembre, ma soprattutto vogliosi di regalare la prima gioia casalinga al proprio pubblico.

Sempre alle prese con l'infortunio di Zamora, mister Pavone confermava il 4-3-1-2 che tanto bene aveva fatto sette giorni prima con Cacciatore dietro al tandem Rosini-Di Ruocco e con Rossi che prendeva il posto di Savini nel trio di centrocampo magistralmente guidato da Donatangelo con il solito Iannascoli a regalare qualità e quantità. 
Sul fronte opposto mister Del Zotti cercava di sfruttare la freschezza atletica potendo accingere da una rosa ampia e sacrificava così Nardone ed il fuoriquota Camperchioli, dovendo rinunciare all'infortunato Gelsi. In avanti bomber Fabio Lalli affiancato da Polletta e dal sempre temibile Criscolo, in mezzo al campo capitan Beniamino, in difesa schierato trovava spazio dal primo minuto l'ex di turno Sebastiano Camporesi.

Pronti-via ed il Penne marchiava subito a fuoco il match con quello che risulterà essere il gol decisivo: corner di Cacciatore dalla destra, inzuccata prepotente di Casimirri che griffava il suo primo gol stagionale con la maglia biancorossa.
Il vantaggio frastornava gli ospiti, il Penne prendeva subito facilmente in mano i giochi a centrocampo e continuava a macinare gioco con ottime geometrie e giocate di livello ma peccava forse troppo in fase conclusiva. Al 12' la palla buona era sui piedi di Di Ruocco, che dopo essersi ben liberato sull'out sinistro calciava a giro sul secondo palo con palla a lato non di molto. La reazione sambucetese si limitava ad un tentativo dalla distanza di Di Giovanni che al 32' raccoglieva un pallone vagante al limite e provava la conclusione al volo: palla alle stelle.
Ancora Penne al 35' con Di Ruocco che seminava il panico sull'out destro e crossava centralmente dove ne Rosini, ne Cacciatore riuscivano a trovare la deviazione vincente.

Al rientro dagli spogliatoi il copione rimaneva immutato, anzi il Penne aveva ancora più occasioni sfruttando le maglie larghe dei viola intenti a provare a recuperare il match. Clamorosa così l'occasione da rete divorata dai locali al minuto 8 quando Di Ruocco perfettamente imbeccato da Cacciatore si involava a tu per tu con De Deo, ma l'urlo del gol rimaneva strozzato in gol quando l'esterno campano cercava il secondo palo trovando l'intervento in extremis del portiere ospite abile con la punta del piede a smorzare in corner. Sempre Di Ruocco, qualche minuto dopo, irrompeva in area di rigore ma probabilmente toccato alle spalle cadeva a terra al momento della conclusione, rigore secondo i padroni di casa non secondo il direttore di gara Manzo di Torre Annunziata che, tra diverse proteste, sventolava in faccia al numero 11 biancorosso il cartellino giallo. Al 19' la palla buona capitava sui piedi di Donatangelo il quale tuttavia da posizione favorevole ciccava la conclusione che terminava debolmente a lato. Al 22' era invece il nuovo entrato Bianchini imbeccato da Di Ruocco a farsi respingere la conclusione dall'uscita disperata di De Deo.
In campo un monologo biancorosso, i ragazzi di Pavone avevano tuttavia il torto di non riuscire a chiudere il match ed al 25' si mordevano ancora le mani quando Iannascoli vinceva di forza un contrasto ed andava alla conclusione con palla a lato non di molto. Sambuceto che rimaneva così in partita ma solo nel finale le provava tutte per pareggiarla costringendo i biancorossi ad abbassarsi ma senza trovare sbocchi tanto che erano ancora i padroni di casa a recriminare in contropiede con il nuovo entrato Pavone che, in area, calciava debolmente favorendo l'intervento a terra dell'estremo sambucetese.

Dopo cinque minuti di recupero terminava tuttavia un match che riconsegnava ai biancorossi i tre punti e la prima affermazione interna che permettono così di abbandonare la zona playout e guardare al futuro con maggiore ottimismo. Ora all'orizzonte due gare da non steccare, giovedì nell'infrasettimanale sul campo del Miglianico poi domenica in casa con Il Delfino Flacco Porto, due gare queste che potrebbero aprire ben altri scenari in vista del prosieguo del torneo.

PENNE-SAMBUCETO 1-0 (1-0)

PENNE: D'Amico, Di Remigio, Silvaggi, Donatangelo, D'Addazio, Casimirri, Rossi (33'st Di Marcantonio), Iannascoli (37'st Pavone), Rosini (19'st Bianchini), Cacciatore, Di Ruocco (42'st Rachini). A disposizione: D'Intino, Colangeli, Giuseppetti, Baz, Di Fazio. Allenatore: Pavone

SAMBUCETO: De Deo, Camporesi, Cialini, D'Angelo, Criscolo (36'st Nardone), Beniamino, Lalli, Selvallegra (36'st Castropaolo), Rosati, Polletta (40'pt Camperchioli), Di Giovanni. A disposizione: D'Angelo, Legnini, D'Antonio, Gentile, De Marinis, Perrotta. Allenatore: Del Zotti

Arbitro: Manzo di Torre Annunziata

Rete: 5'pt Criscolo

Ammoniti: Cacciatore, Di Ruocco (Penne), Di Giovanni, D'Angelo (Sambuceto)