Venerdì, 14 Dicembre 2018 | Login

penne neretoNovantaquattro minuti di dominio, un calcio di rigore fallito con Di Ruocco, occasioni a grappoli e, laddove terminano i demeriti dei biancorossi, un portiere ospite insuperabile. Si mordono le mani al termine della gara i ragazzi di mister Pavone che devono accontentarsi di un pari a reti bianche contro un avversario di tutto rispetto ad ogni modo oggi succube di una delle migliori gare stagionali di un Penne che non riesce a sfondare. Due palle nitide nel primo tempo con Di Ruocco sventate dall'estremo ospite, poi nella ripresa il penalty fallito, ancora due interventi super di Di Giuseppe su Casimirri e Cacciatore, ed una conclusione di Rosini a lato per questione di millimetri.

Un pareggio che sa di beffa per i padroni di casa insomma, ma che se non altro rappresenta l'emblema del buon momento del Penne giunto al settimo risultato utile consecutivo ed alla terza gara consecutiva senza subire reti con la miglior difesa dell'intero torneo.

Tanti rimangono insomma i rimpianti per un Penne imbrigliato dai rossoblu, con mister Di Serafino bravo a chiudersi dopo l'inferiorità numerica provocata dall'espulsione per fallo da ultimo uomo del difensore ospite Di Natale dalla quale è scaturito il calcio di rigore.

Mister Pavone si presentava all'incontro confermando l'undici delle ultime gare, ancora in panchina Zamora con Rosini in campo dal primo minuto. Sul fronte opposto mister Di Serafino reduce da un periodo poco positivo schierava tutta l'artiglieria pesante. L'ex Zeetti in difesa, costretto ad uscire subito per infortunio, il metronomo Veccia a centrocampo ed in avanti tanta qualità con Chiacchiarelli, Kala ed Antonacci a suggerire per il bomber De Vecchis. Una squadra, quella neretese che punta decisamente ad un campionato di vertice.

L'approccio al match dei biancorossi è tuttavia subito deciso: Di Ruocco dopo appena tre minuti scalda subito i guantoni di Di Giuseppe bravo in tuffo a smorzare la conclusione dal limite del numero 11 pennese. Al 10' si rinnova il duello con Di Giuseppe che questa volta in uscita chiude la strada all'inserimento dalla sinistra dell'attaccante. Al 12' Di Ruocco imbecca centralmente Cacciatore che per una questione di millimetri non riesce ad impattare la sfera da buona posizione.
Il monologo pennese è spezzato solo dal tentativo su punizione di Chiacchiarelli che al 23' fa la barba al palo, poi lentamente i rossoblu ospiti prendono le misure e riescono a mantenere al cospetto di un Penne che mantiene la supremazia territoriale ma non riesce a rendersi più pericoloso. Il tentativo velleitario di Veccia che dalla distanza manda alto al volo è l'epilogo di un primo tempo in cui i biancorossi ai punti avrebbero meritato il vantaggio.

Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia ed anzi il Penne alza i ritmi, il Nereto alla corde difende con ordine. Al 5' ci prova ancora Di Ruocco che entra da sinistra ma sul più bello viene fermato in corner, sugli sviluppi dello stesso il pallone rimane in area, Casimirri prova la zampata da due passi ma Di Giuseppe continua nella sua giornata di grazia con un colpo di reni notevole a deviare in corner. Al 10' la palla buona capita sui piedi di capitan D'Addazio imbeccato in area da una punizione di Cacciatore, il suo tentativo da buona posizione si spegne però alto. Al 16' tuttavia la partita potrebbe svoltare: Casimirri è trattenuto sul secondo palo da Di Natale e non riesce a deviare in porta, l'arbitro non ha dubbi, espelle il numero 15 vibratiano e concede il penalty ai biancorossi; dagli undici metri Di Ruocco pecca in freddezza e si fa ipnotizzare da Di Giuseppe. 
Tre minuti dopo è il turno di Casimirri che svetta di testa ma manda a lato non di molto, poi dopo un tentativo di Chiacchiarelli prosegue l'incubo Di Giuseppe. Mister Di Serafino toglie l'artiglieria pesante in fase avanzata e si chiude, il Penne continua a spingere ma non passa: al 29' stop e tiro da applausi di Rosini con palla che sfiora il palo a portiere battuto, al 43' è il turno di Cacciatore la cui girata perfetta su cross di Di Ruocco trova ancora il prodigioso intervento di Di Giuseppe che vola e chiude in corner.
Inutili i tentativi di forcing finale con il neo-entrato Bianchini che da buona posizione trova ad opporsi un difensore ospite che smorza in angolo.

Alla fine è un pareggio che sa di beffa, con gli ospiti che portano a casa un punto d'oro, il Penne che recrimina per le tante palle gol sprecate. Domenica a Scoppito l'occasione per la rivalsa.

PENNE-NERETO 0-0

PENNE: D'Amico, Di Remigio, Silvaggi, Donatangelo, D'Addazio, Casimirri, Rossi (23'st Savini), Iannascoli (32'st Zamora), Rosini (40'st Bianchini), Cacciatore, Di Ruocco. A disposizione: D'Intino, Di Marcantonio, Cervoni, Pavone, Di Simone, Di Fazio. Allenatore: Pavone

NERETO: Di Giuseppe, D'Andria, Moretti, Veccia, Tarquini, Zeetti (8'pt Di Natale), Antonacci (12'st Cerasi), Kala (17'st Leone), De Vecchis (27'st Arciprete), Chiacchiarelli (33'st Florimbj), Pagliuca. A disposizione: Pirozzi, Scianitti, Capocasa, Kone. Allenatore: Di Serafino

Arbitro: Sciubba di Pescara

Ammoniti: Kala, Tarquini (Nereto), Savini (Penne)

Espulso: al 16'st Di Natale (Nereto) per fallo da ultimo uomo