Venerdì, 14 Dicembre 2018 | Login

chietiUn Penne d'acciaio espugna l'Angelini di Chieti grazie alle prime reti stagionali, pesantissime, dei giovanissimi Fabio Bianchini e Mattia Rachini e scrive una nuova pagina nella storia biancorossa firmando il primo successo di sempre in campionato sul terreno teatino, arrivato trentasei anni dopo la vittoria in Coppa Italia ai tempi dell'Interregionale. Gara solida e di qualità quella dei ragazzi di Pavone abilissimi a contenere le folate della corazzata neroverde e colpire nel momento migliore con Bianchini abile ad infilare in rete una sponda al bacio di Casimirri. In pieno recupero un errore dell'estremo di casa spiana la strada a Rachini che arrotonda il punteggio e chiude i giochi.

 Seconda trasferta consecutiva per il Penne dopo il pari di Scoppito, mister Pavone deve rinunciare a Cacciatore ma recupera un imperioso Donatangelo, in campo disegnato un 4-3-3 classico con Zamora spostato sull'out destro dell'attacco e Rosini centrale, dietro Silvaggi e D'Addazio a formare la cerniera difensiva.
Sul fronte opposto mister Lucarelli può contare su un tridente da categoria superiore con l'ex Rodia e Miccichè esterni, Delgado centrale, parte dalla panchina il nuovo arrivato centravanti spagnolo Toro.

Sostanziale equilibrio nei primi minuti di gioco, il Chieti prova a fare la partita, il Penne dal canto suo è solido e tiene bene il campo. 
Prima occasione del match di marca neroverde: Delgado semina il panico all'interno dell'area pennese e si libera alla conclusione, D'Addazio è abile a respingere col corpo. Biancorossi che non stanno a guardare ed al 15' è abile Rosini a liberarsi in area, la conclusione dell'attaccante pennese è tuttavia strozzata e termina a lato. Ancora Rosini protagonista al 21', la conclusione è però debole e centrale, nessun problema per Alonzi che blocca a terra. Col passare dei minuti sale la pressione dei teatini specie nell'ultimo quarto d'ora con il Penne che fatica a ripartire su un campo irregolare che penalizza entrambe le compagini in campo, al 32' è così Delgado ad innescare Rodia sul secondo palo, la conclusione dell'ex di turno ad incrociare si spegne tuttavia a lato non di molto alla destra di D'Amico.

Al rientro dagli spogliatoi mister Pavone toglie Zamora e mette dentro Rachini, l'atteggiamento più abbottonato dei biancorossi mette in difficoltà un Chieti che fatica a costruire trame di gioco degne di tal nome. Tra il 15' ed il 16' tuttavia i neroverdi creano due palle gol importanti: prima è Marfisi che in area calcia a lato di poco, stessa sorte per Delgado che sfiora il palo a D'Amico battuto. 
Al 19' il cambio che spezza il match con Pavone che toglie Rosini e manda in campo Bianchini che risulterà decisivo. Al 29' infatti arriva il vantaggio pennese: cross dalla trequarti di Di Ruocco che imbecca Casimirri sul secondo palo, la sponda di testa del difensore pennese scavalca Alonzi e libera Bianchini che a porta sguarnita porta in vantaggio i suoi. La reazione teatina è rabbiosa ma poco lucida, tanta pressione ma poche occasioni con Cellucci che al 39' spara alto in area, mentre al 46' è decisivo l'onnipresente Silvaggi a chiudere in corner una pericolosissima incursione di Rodia, che due minuti dopo avrebbe la palla buona ma, complice un rimbalzo falso cicca la sfera. Rimbalzo che causerà il gol del definitivo 2-0 in pieno recupero quando un pasticcio di Alonzi in fase di rinvio libera la strada a Rachini che conquista palla e si invola verso la porta sguarnita per la rete che chiude il match.

Per il Penne è il decimo risultato utile consecutivo ed una vittoria storica sul campo teatino mai violato in gare di campionato. Un successo che lancia a quota 23 punti la band di Pavone in vista del doppio turno casalingo contro Cupello e Spoltore. Per il Chieti una sconfitta che brucia con i neroverdi che restano comunque al comando della classifica seppur raggiunti da Spoltore e Capistrello.

CHIETI-PENNE 0-2 (0-0)

CHIETI: Alonzi, Ricci, Calvarese, Micciche, Marfisi (38'st Farindolini), Delgado (25'st Toro), Di Marco (30'st Cellucci), Rodia, Marwan, Pacella (13'st Morales), Di Ciccio. A disposizione: Salvatore, Malandra, Di Lallo, Checchia, Ronzino. Allenatore: Lucarelli

PENNE: D'Amico, Di Remigio, Silvaggi, Donatangelo, D'Addazio, Casimirri, Rossi (18'st Savini), Iannascoli, Rosini (18'st Bianchini), Zamora (1'st Rachini), Di Ruocco (38'st Di Fazio). A disposizione: Di Tonno, Di Marcantonio, Di Simone, Cervoni, Pavone. Allenatore: Pavone

Arbitro: Marchetti de L'Aquila

Reti: 29'st Bianchini, 50'st Rachini

Ammoniti: Di Ciccio, Pacella, Marwan (Chieti)