Venerdì, 21 Febbraio 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne2020Si giocherà a Capistrello domenica alle 14:30 l'ultimo match dell'anno per i biancorossi che affronteranno il Paterno fanalino di coda per la prima di giornata del girone di ritorno. Appuntamento assolutamente da non fallire per i ragazzi di mister Iodice che proveranno a centrare il secondo exploit esterno dopo quello di Spoltore, prima della meritata sosta natalizia con il campionato che ripartirà poi il 5 gennaio.

Reduci dall'amara sconfitta di Raiano, i biancorossi non dovranno sottovalutare un avversario che si presenterà al match con ovvi problemi non solo derivanti dalla classifica ma anche da una situazione contingente piuttosto difficile da gestire.

Ancora a caccia di qualche rinforzo infatti, i nerazzurri si sono recentemente affidati alle cure di mister Aldo Di Corcia che ha sostituito il tecnico Michele Scatena; a disposizione del tecnico ex Nerostellati un plotone di ragazzi guidati dall'esperienza di capitan Manuel Fusarelli (ex Valle del Giovenco), ma privi di alcuni importanti elementi partiti la scorsa settimana: i difensori Cristofari e Carbone ed il centrocampista Evangelista. Al momento l'unico innesto riguarda quello dell'estremo difensore Cambise che domenica scorsa ha esordito nel disastroso 0-6 interno contro il Nereto.

Biancorossi che non si presentano al match nelle condizioni migliori, con diversi acciaccati e con D'Intino ancora out, ecco che la sosta natalizia cala a pennello per provare a riorganizzare idee e fisico in vista della seconda parte del torneo.

Paterno che tra le mura amiche ha centrato al momento gli unici 2 punti stagionali (pareggi con Torrese ed Acqua&Sapone) ma che rispetto alla gara d'andata chiusa con il successo interno dei biancorossi per 5-0 sono cresciuti molto ma sono al momento condannati dai numeri impietosi: unica squadra ancora a secco di vittorie, peggior attacco (6 reti) e peggior difesa con ben 57 reti al passivo.

Numeri che se da una parte evidenziano una squadra in forte difficoltà, dall'altra non devono distrarre i biancorossi che dovranno scendere in campo evitando di prendere sotto gamba un incontro che potrebbe nascondere diverse insidie.

Si gioca per la prima volta nell'anno sul neutro di Capistrello dopo che i nerazzurri hanno disputato l'intero girone d'andata sul proprio impianto in terra, trovandosi così a giocare diverse gare su un terreno ai limiti della praticabilità. compresa la gara rinviata con il Castelnuovo.