Venerdì, 07 Agosto 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne centenarioProseguono le conferme in attesa dei primi colpi di mercato in vista dell'imminente avvio della nuova stagione. Dopo Cristian D'Amico e mister Iodice, è ufficialmente confermato il blocco vincente della passata stagione: vestiranno dunque ancora il biancorosso capitan D'Addazio, Cacciatore ed il difensore Angelo Ranalli (2000) arrivato a dicembre dall'Avezzano. Insieme a loro piena conferma anche per tutti i ragazzi di proprietà e per l'intero staff tecnico. Mister Iodice sarà dunque ancora affiancato da Alain Silano (assistente prima squadra e tecnico Juniores), Paolo Policastro (preparatore atletico), Gianluca Cantagallo (preparatore portieri), Raffaello Mezzaluna (massaggiatore) e da Enea Andreoli (magazziniere).

iodiceL'ASD Penne 1920 comunica che, nella giornata di ieri, è stato raggiunto ufficialmente l'accordo con mister Fabio Iodice che siederà dunque per il secondo anno consecutivo sulla panchina biancorossa. Una conferma fortemente voluta da ambo le parti dopo l'ottimo campionato appena trascorso, chiuso prima della sosta forzata al quinto posto in piena corsa playoff, con il miglior risultato sportivo finora raggiunto nella nuova gestione e con tantissimi giovani lanciati. Oltre al mister nei giorni scorsi ha deciso di sposare di nuovo la causa l'estremo difensore Cristian D'Amico, giunto dunque alla quarta stagione in biancorosso, mentre nei prossimi giorni verranno ufficializzate altre importanti conferme.

penne centenarioAnche a campionato concluso continuano a fioccare le soddisfazioni in casa biancorossa: dopo il quinto posto dell'ultimo torneo concluso prematuramente causa Covid, arrivano due nuovi importantissimi riconoscimenti legati all'utilizzo dei giovani in campo ed al proprio fiorente settore giovanile. Il Comitato Regionale ha infatti premiato la società pennese nell'ambito del progetto "Valorizzazione Giovani LND" legato all'utilizzo dei fuoriquota: i biancorossi si sono piazzati al terzo posto della relativa classifica di categoria dietro a Spoltore e Nerostellati ottenendo così un premio valorizzazione di 3.500 €. Per quanto concerne invece il settore giovanile, i biancorossi potranno fregiarsi nell'anno del centenario del riconoscimento di "Scuola Calcio d'Elite" riservato alle società che rispettano determinati e rigorosi parametri per quanto concerne le qualifiche dei tecnici abilitati, l'attività educativa e tanti altri fattori vagliati dalla Federazione.

lnd abruzzoUna sola retrocessione in Promozione, quella del Paterno, Renato Curi Angolana e Bacigalupo Vasto Marina salve. E' questo il succo della riunione fiume tenutasi in giornata presso l'aula consiliare della LND che di fatto ha confermato l'orientamento messo in dubbio solo nelle ultime ore, delegando le decisioni ai rispettivi Comitati Regionali ed elaborando solo delle "linee guida". Confermate quindi le intenzioni già espresse dal Comitato Abruzzese alla vigilia che prevederà dunque l'allargamento dell'organico del massimo torneo dilettantistico abruzzese a venti squadre. 

eccellenzaCon il Consiglio Nazionale della LND in programma oggi alle 13:00, prenderà "forma" per la prima volta ufficialmente la nuova Eccellenza 2020/21. Dopo tanto parlare, tra indiscrezioni più o meno note si inizierà dunque a programmare l'anno a venire, una sorta di liberazione per tante (ma non per tutte) società alla ricerca del classico ritorno alla normalità. Ma attenzione, perchè sono diverse le indiscrezioni che circolano da qualche ora, specie sul capitolo retrocessione, con Renato Curi Angolana e Bacigalupo che tremano, malgrado la proposta del Comitato Regionale di retrocedere solo l'ultima classificata; provvedimento questo che potrebbe essere sovvertito dal Consiglio, ma andiamo con ordine.

8788 fotosquadra1Prosegue il nostro viaggio nei 100 anni di storia biancorossi: nel sesto capitolo analizzeremo la stagione 1987-88 una delle più travagliate ed emozionanti; grazie anche all'appassionato ricordo del grandissimo ex Danilo Tacchi, che ringraziamo per la splendida intervista concessa e le foto a corredo dell'articolo, rivivremo le tante novità della stagione: l'amaro addio di Mauro Di Pietro ed Enzo Di Federico, il primo storico inerbimento del Comunale, l'avvio difficile, la "fuga" di mister Mincarini, e l'incredibile finale del campionato con l'invasione dei tranesi a Penne e lo spareggio salvezza al "Fadini" con la Monturanese, deciso proprio all'ultimo respiro da un guizzo di Danilo Tacchi, l'eroe di Giulianova.

lnd abruzzoDopo la proposta della LND circa i criteri di promozione e retrocessione dai campionati di Serie D in attesa di ratifica del Consiglio Federale, la palla passa ora alle varie Federazioni Regionali chiamate a decidere i criteri per promozioni e retrocessioni nelle varie categorie di riferimento. In programma già lunedì 25 Maggio, un incontro in videoconferenza con le 18 società partecipanti all'ultimo torneo di Eccellenza sospeso ad Aprile per l'emergenza Covid; scontata ovviamente la promozione del Castelnuovo, ultimi rumors parlano di un possibile allargamento a 20 squadre del massimo torneo dilettantistico abruzzese di fatto "bloccando" le retrocessioni a catena derivanti dalla situazione della Serie D con il solo Paterno, peraltro già matematica retrocesso al momento della sosta, che scenderebbe nella categoria inferiore.

eccellenzaLa decisione era ovviamente scontata ma mancava solo l'ufficialità, dichiarata oggi al termine del Consiglio Federale: stop a tutti i campionati dilettantistici di ogni grado, dopo che già da settimane era stata chiusa quella dei tornei giovanili. Va così agli archivi la stagione 2019/20 per il campionato di Eccellenza Abruzzese, fermata a sei giornate dal termine con il Castelnuovo ad un passo dalla promozione ed il Paterno matematicamente retrocesso. Si attendono ora i verdetti che verranno delineati con l'Assemblea della LND in programma venerdì.

penne86Prosegue il nostro viaggio alla riscoperta dei cento anni di storia Biancorossi. Con la quinta parte andremo ad analizzare i campionati a cavallo tra 1983 e 1987, anni importanti per una Pennese che seguiranno la fine del primo ciclo Colangelo con Arturo Bertuccioli e Giovanni Mincarini in panchina. Saranno gli anni che consacreranno i biancorossi ai vertici del torneo Interregionale e che vedranno i primi fisiologici avvicendamenti di mercato con il gruppo storico che andrà lentamente sfaldandosi. Ma saranno soprattutto gli anni degli infuocati derby con il Chieti che, fresco di retrocessione dalla C2, faticherà non poco a risalire la china con il "Comunale" che rimarrà inviolato al cospetto dei teatini.

Diapositiva26Quarto appuntamento con la storia della Penne Calcio: dopo l'ennesimo secondo posto, gli amari quarti di Coppa persi immeritatamente col Cittadella poi campione, arriva finalmente il grande salto. Il Penne è una corazzata, stravince il campionato di Promozione, batte ogni record con 50 punti conquistati sui 60 totali a disposizione e vola per la prima volta in Interregionale sfiorando la Serie C2 con un clamoroso secondo posto all'esordio, poi l'anno successivo si salva all'ultima giornata a spese della Vis Pesaro davanti ad un "Benelli" gremito compiendo un'altra impresa. Sarà anche la fine della prima era Colangelo che dopo undici anni deciderà di chiudere un ciclo, ma sarà solo un arrivederci.