Domenica, 29 Novembre 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne86Prosegue il nostro viaggio alla riscoperta dei cento anni di storia Biancorossi. Con la quinta parte andremo ad analizzare i campionati a cavallo tra 1983 e 1987, anni importanti per una Pennese che seguiranno la fine del primo ciclo Colangelo con Arturo Bertuccioli e Giovanni Mincarini in panchina. Saranno gli anni che consacreranno i biancorossi ai vertici del torneo Interregionale e che vedranno i primi fisiologici avvicendamenti di mercato con il gruppo storico che andrà lentamente sfaldandosi. Ma saranno soprattutto gli anni degli infuocati derby con il Chieti che, fresco di retrocessione dalla C2, faticherà non poco a risalire la china con il "Comunale" che rimarrà inviolato al cospetto dei teatini.

Diapositiva26Quarto appuntamento con la storia della Penne Calcio: dopo l'ennesimo secondo posto, gli amari quarti di Coppa persi immeritatamente col Cittadella poi campione, arriva finalmente il grande salto. Il Penne è una corazzata, stravince il campionato di Promozione, batte ogni record con 50 punti conquistati sui 60 totali a disposizione e vola per la prima volta in Interregionale sfiorando la Serie C2 con un clamoroso secondo posto all'esordio, poi l'anno successivo si salva all'ultima giornata a spese della Vis Pesaro davanti ad un "Benelli" gremito compiendo un'altra impresa. Sarà anche la fine della prima era Colangelo che dopo undici anni deciderà di chiudere un ciclo, ma sarà solo un arrivederci.

Diapositiva21Terzo appuntamento con la storia a capitoli dei cento anni del Penne Calcio. Passeremo a rassegna gli anni '70 dalla retrocessione in Prima Categoria fino alla genesi definitiva del blocco locale pennese in grado di affacciarsi per la prima volta oltre i confini regionali arrivando a sfiorare la C2. Una crescita costante e prepotente sotto la guida dei vari Ermete Novelli, Pinti, Rocco Core, Cipollone prima dell'esordio di Guido Colangelo in panchina; l'esodo di Ischia in Coppa Italia, la successiva sfortunata eliminazione col Cittadella, e tanti altri aneddoti come il gol in rovesciata di Zulli (fotoimmortalata da un'epico fotogramma.

Diapositiva18
Dopo la prima parte dell'epopea biancorossa, dedicata alle origini ed ai primi trionfi proseguiamo la nostra carrellata di ricordi legati ai cento anni di attività del Penne Calcio. Nel nuovo capitolo analizzeremo il cammino dei biancorossi negli anni '60, periodo storico particolare, in cui il "boom economico" nazionale finiva per mutare anche l'approccio al gioco del calcio che iniziava a diventare più sentito anche a livello dilettantistico, tanto da indurre le stesse Federazioni a continue riforme e ad una visione decisamente più "professionale".

Diapositiva41920-2020: Cento anni di storia biancorossa. In occasione del centenario della gloriosa casacca pennese, la redazione di penne1920.it intende rivivere con ricordi, immagini, racconti e testimonianze, l'intera storia del sodalizio penne dalla nascita fino a giorni nostri. Partiremo dagli albori ripercorrendo le tappe più importanti: dalla nascita del Comunale fino ai giorni nostri, passando per la mitica formazione del 1932-33, la prepotente ascesa degli anni '50, la semifinale di Coppa Italia col Cittadella ed il successivo agognato salto in Interregionale e tanto altro ancora. Si ringrazia Daniele Toppeta per le preziose immagini fornite.

lnd abruzzoLa prima decisione era maturata nella giornata di ieri ad opera della LND che, riunita in sessione straordinaria in videoconferenza, nel rispetto del DPCM sull'emergenza Covid-19 aveva adottato il provvedimento di sospensione di tutte le attività fino al prossimo 3 Aprile. Il secondo provvedimento è arrivato invece in serata ad opera del Governo che, a seguito del DPCM dell'8 marzo esteso a tutto il territorio nazionale sospende d'imperio tutte le attività sportive o ludiche, comprese quelle di allenamento. Pertanto solo a partire dal 4 Aprile, salvo ulteriori sviluppi, si potrà riprendere la regolare attività.

penne centenarioSettimana positiva per le compagini giovanili biancorosse che chiudono il weekend con due successi ed un pareggio. Vittoria roboante per l'Under 17 di mister Silano che rifila un netto 10-0 casalingo al Francavilla grazie alla tripletta di Faccia, le doppiette di Del Ponte e Carancia e le reti di Cirone e Squartecchia ed un'autorete degli ospiti a completare la goleada. Successo che permette ai biancorossi di consolidare il primo posto nel girone allungando a +4 dal Lanciano. Primo successo della seconda fase per l'Under 15 che grazie alle reti di Petrucci, Peretti e Pasta espugna con autorità (3-0) il campo degli Aquilotti San Salvo. Non brilla invece la Juniores che in casa non va oltre il pari a reti bianche contro il Manoppello Arabona.

cacciatore2Al termine di una prestazione sontuosa e ricca di colpi di scena, i biancorossi espugnano il campo di Castelnuovo infliggendo alla corazzata neroverde la seconda sconfitta in campionato dopo cinque mesi esatti e ben 22 gare utili consecutive. Un risultato griffato da Cacciatore (foto) croce e delizia della domenica con una doppietta ed un assist illuminante per il nuovo vantaggio siglato Rossi, facendosi così perdonare il precedente clamoroso errore dagli undici metri. Successo che continua ad avvicinare i biancorossi alla zona playoff, da segnalare il debutto da titolare in Eccellenza per Cutilli (2004).

penne centenarioFari puntati sul big match di Castelnuovo, dove i ragazzi di mister Iodice domenica alle 15:00 affronteranno la lanciatissima capolista degli ex Di Ruocco, Donatangelo, Iannascoli, Casimirri e Di Remigio. Turni importanti anche per le compagini giovanili biancorosse: l'Under 17 ospita il Francavilla sabato alle 17:30 al Colangelo con l'obiettivo di provare ad allungare in vetta, mentre lunedì la Juniores cerca punti vitali in casa contro il Manoppello Arabona per allontanarsi definitivamente dalle zone calde. Alla ricerca del primo successo nella fase d'elite l'Under 15 che sabato alle 15:30 sarà ospite degli Aquilotti San Salvo. Di seguito l'intero programma settimanale.

penne2020Dopo il rotondo successo casalingo contro la Bacigalupo con annessa conquista del quinto posto solitario, arriva la gara della verità per i biancorossi che domenica saranno impegnati nel durissimo match esterno in casa della corazzata Castelnuovo, capolista indiscussa del torneo con ben 13 lunghezze di vantaggio sul Lanciano.