Giovedì, 30 Maggio 2024 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

penne centenarioCon le reti di Di Simone e Ndiaye, il Penne espugna il campo del Piano della Lente, infila il secondo successo consecutivo, ed interrompe un digiuno di vittorie lontano dalle mura amiche che durava da quasi tre mesi. In vantaggio dopo un quarto d'ora nella prima frazione, i biancorossi sprecano un paio di palle per il raddoppio, e subiscono il pari nell'unico tiro in porta dei locali abili a capitalizzare una punizione dal limite con Nicolini. Ad inizio ripresa il nuovo fulmineo vantaggio di Ndiaye difeso a denti stretti, e Penne vicino al tris nel finale con una magia di Cacciatore rientrato dopo un lungo infortunio. Successo che permette ai ragazzi di mister Pavone di rimanere agganciati al quinto posto in classifica, con i playoff che restano tuttavia ancora lontani.

penne centenarioCon un primo tempo sontuoso ed una ripresa di forte sofferenza, il Penne liquida un ottimo Mosciano e porta a casa tre punti importantissimi che permettono ai biancorossi di conservare il quinto posto in classifica, e tenere accese le residue speranze playoff. Sul doppio vantaggio grazie al fulmineo uno-due timbrato da Ndiaye su assist di Di Domizio, i ragazzi di mister Pavone sfiorano il tris con Di Martino e Di Domizio chiudendo la prima frazione sul doppio vantaggio. Nella ripresa reazione rabbiosa degli ospiti che chiudono i biancorossi nella propria metà campo, riaprono i giochi con Caballero e reclamano un rigore; Penne che stringe i denti e resiste agli attacchi dei teramani, chiudendo il match con un successo fondamentale dopo sei minuti di recupero.

morropenneTermina con uno scialbo pareggio il match di Morro d'Oro, con i biancorossi che sprecano l'ennesima occasione per accorciare in chiave playoff, ora agganciati dal Mutignano, ed ancora a -12 dal secondo posto in classifica. Risultato sostanzialmente giusto quello che ha visto due squadre incapaci di superarsi al termine di un match equilibrato, che ha vissuto di fiammate. Leggermente meglio i biancorossi, ai punti, nella prima frazione, pericolosi con Di Simone e Buffetti e che recriminano per un presunto rigore non assegnato per atterramento in area di Ndiaye, con i padroni di casa pericolosi in una sola occasione con Sarr. Nella ripresa approcciano meglio i locali che comandano la prima parte, sfiorando il vantaggio in un paio di occasioni e pareggiando il conto delle recriminazioni per un altro intervento dubbio in area di rigore pennese. Biancorossi che si infiammano solo nel finale, quando prima si vedono annullare il gol del vantaggio per posizione di fuorigioco di Di Simone poi, in pieno recupero, sprecano il colpo del ko con Mbodj che alza di testa da due passi. Da segnalare il debutto in prima squadra per il classe 2006 Palmucci, entrato nella ripresa al posto di Carminelli.

formazione2223Trascinati dal solito incontenibile Di Domizio, i biancorossi calano il poker al Pianella ed interrompono la serie negativa di tre sconfitte consecutive, riprendendosi il quinto posto in classifica. Ennesima tripletta per l'attaccante di casa che apre le danze del match e le chiude nel momento in cui gli ospiti rientrano in partita. Primo tempo controllato dai ragazzi di mister Pavone che prima la sbloccano, poi rischiano di subire il pari, ma nel finale di frazione arriva il raddoppio di Buffetti. Nella ripresa l'errore dagli undici metri di Reale e la rete dell'ex Faieta per gli ospiti riaprono la contesa, ma sono ancora due prodezze di Di Domizio a chiuderla prima con un capolavoro dal limite che si spegne sotto il sette, poi direttamente da calcio piazzato. Nel finale occasioni buone per Barlaam e Di Martino che legittimano il risultato, ora testa a sabato alla difficile trasferta di Morro d'Oro.

penne centenarioSi chiude con un'amara sconfitta, la terza consecutiva per i biancorossi, la gara di recupero della diciottesima giornata tra Penne e Turris Val Pescara. Una sconfitta che brucia quella maturata contro la vicecapolista, dal momento che occorrevano solo i tre punti per continuare a sperare nei playoff e riconquistare la quinta piazza che resta ora nelle mani del Mutignano. Sconfitta figlia di una prestazione confusa, ed opaca negli ultimi venti metri, con i pescaresi bravi nella ripresa a piazzare l'uno-due vincente tra il 64' ed il 76' con Rossodivita e Ragnoli; nel mezzo il grande intervento di Serraiocco, che nell'unico intervento degno di nota di giornata, nega con una prodezza il pari a Di Domizio.

teramopenne40Si chiude con una netta sconfitta la trasferta dei biancorossi sul campo del Città di Teramo, al termine di un match pregiudicato già in avvio con il doppio vantaggio dei padroni di casa dopo 12 minuti, e con i giochi già chiusi al termine della prima frazione quando i teramani calano il tris nel momento migliore dei biancorossi. In avvio di ripresa arriva anche la quarta rete dei padroni di casa che mette il sigillo ad una contesa mai in equilibrio, con i teramani che allungano in vetta ed i ragazzi di mister Pavone che scivolano al sesto posto in classifica in attesa del recupero di mercoledì con la Turris Val Pescara.

penne centenarioBrusco stop esterno per i biancorossi, che interrompono a Fontanelle di Atri la serie di due successi consecutivi sprecando una ghiotta occasione per accorciare sulla zona playoff. A pesare sul risultato l'errore dagli undici metri di Ndiaye nella ripresa, che si fa respingere un calcio di rigore da Camaioni con conseguente conclusione sballata di Cornazzani sulla ribattuta, ma la sconfitta è figlia soprattutto di un primo tempo sotto tono degli uomini di Pavone, che rischiano a più riprese di andare sotto prima del gol partita di Bontà. Reazione che si è vista solo nella seconda parte del secondo tempo, quando il rigore ed un paio di palle gol importanti potevano rimettere il match sui binari giusti. Archiviata la sconfitta, sabato il primo crocevia importante nel match interno con la Turris Val Pescara seconda in classifica.

didomizioTrascinati da un super Di Domizio, autore di tre reti spettacolari, e dai nuovi innesti Cornazzani e Ndiaye con quest'ultimo già in gol all'esordio, i biancorossi ripartono di slancio dopo la sosta, rifilando quattro reti al Favale terzo in classifica e con la miglior difesa del torneo, avvicinando in classifica proprio i teramani ora a -2 insieme al Lauretum. Gara mai in discussione quella del Colangelo, aperta dall'eurogol di Di Domizio che infila l'incrocio dal limite, prima del raddoppio al termine della frazione su calcio piazzato. Nella ripresa il gol di Ndiaye che salta Ragni e cala il tris, e l'ennesima prodezza di Di Domizio che firma la tripletta con una conclusione spettacolare dalla trequarti, chiudono il match che vive di altre fiammate tra cui la rete annullata all'altro esordiente Cornazzani.

penne centenarioUn guizzo di Di Domizio, che guadagna e realizza un calcio di rigore, vale al Penne tre punti d'oro al cospetto di un volenteroso Casoli 1966, fanalino di coda sceso al "Colangelo" con evidenti problemi di formazione, con soli tredici effettivi in distinta ma ben messo in campo dall'ex di turno Federico Proietto, ex calciatore biancorosso ed allenatore per una brevissima parentesi. Oltre un'ora di noia spezzata dalla rete che di fatto ha acceso il match nei minuti finali, quando il Penne prima ha sfiorato il raddoppio con Di Martino (palo) e Cacciatore, poi al novantesimo ha rischiato la clamorosa beffa quando una punizione dal limite di Gentile, deviata dalla barriera, spiazzava l'incolpevole D'Intino ma si spegneva di un soffio a lato. Tre punti fondamentali per ripartire, ora all'orizzonte quasi un mese di stop per ricaricare le pile e provare a preparare un girone di ritorno d'assalto.

penne centenarioDi fronte ad una cornice di pubblico da categoria superiore con larga rappresentanza biancorossa, il Penne cade nettamente a Loreto e vede allontanarsi la zona playoff. Una sconfitta arrivata malgrado il gol lampo di Rossi, abile a rifinire un'ottima giocata di D'Amico, poi il Lauretum, sfruttando una cattiveria agonistica nettamente superiore a quella dei biancorossi, sfrutta al meglio le solite amnesie difensive e la ribalta rimanendo in dieci uomini al termine del primo tempo. Nella ripresa, il Penne prova a spingere, ma l'espulsione per doppio giallo rimediata da Buffetti dopo una simulazione fischiata su contatto dubbio in area, di fatto riequilibra superiorità numerica e partita, con l'ex Di Fazio che la chiude ad un quarto d'ora dal termine. Successo meritato quello dei padroni di casa, brusco stop per il Penne che cercava continuità dopo le due vittorie consecutive.