Venerdì, 21 Febbraio 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne2020Dopo la sosta di una settimana in occasione delle festività natalizie, si torna in campo già da domenica con la prima gara del 2020 che vedrà i biancorossi incontrare la Virtus Cupello tra le mura amiche. Privi dello squalificato Leccese i ragazzi di mister Iodice proveranno a bissare il successo col Paterno prima della sosta, ma per farlo dovranno superare un ostacolo non semplice al cospetto di una squadra in salute e rinforzata dall'ultima sessione di mercato.

Virtus Cupello reduce da due vittorie consecutive che hanno rilanciato le quotazione della squadra rossoblu, partita alla grande ad inizio stagione ma successivamente stagnata in una serie di risultati negativi consecutivi, che l'avevano fatta sprofondare in piena zona playoff.

Sei punti negli ultimi due turni casalinghi (vittorie su Angizia Luco e Nereto) hanno permesso ai cupellesi di salire a quota 21 punti, tallonando i Nerostellati distanti di una sola lunghezza ed alzando in maniera vorticosa la quota salvezza: a questo punto del torneo infatti i rossoblu sarebbero salvi in virtù dei 12 punti di vantaggio accumulati sulla penultima della classe (RC Angolana).

Successi maturati anche grazie al rientro di due pezzi da novanta che ad inizio anno avevano cambiato casacca: parliamo dell'esperto difensore centrale Ferdinando Giuliano (ex Nocerina, Crotone e Pescara) e del bomber Alessandro Pendenza (34 reti all'attivo nelle ultime due stagioni in rossoblu) che aveva iniziato la stagione in Umbria tra le fila del Subasio.

Un'assenza per parte, piuttosto pesanti: tra i padroni di casa mancherà infatti Luciano Leccese appiedato dal giudice sportivo dopo la quarta ammonizione stagionale rimediata a Capistrello, mentre tra i cupellesi mancherà Nazareno Battista al momento top scorer rossoblu con 6 reti all'attivo.

La gara d'andata coincise con la prima delle quattro sconfitte stagionali fin qui rimediate dai biancorossi: a decidere una rete del difensore Felice, altro elemento da tenere d'occhio sui calci piazzati, al termine di una gara non propriamente esaltante per gli uomini di mister Iodice ai tempi ancora alla ricerca della miglior quadratura.

Andamento non positivo finora quello dei cupellesi lontano dalle mura amiche dove hanno raccolto appena 5 punti sui 21 totali fin qui disputati, frutto di un solo successo, due pareggi e cinque sconfitte, stesso score esterno della RC Angolana peggio ha fatto solo il Paterno che finora lontano dal proprio campo non ha ottenuto alcun punto.

Una gara difficile da interpretare contro un avversario notoriamente ostico per i colori biancorossi; Penne che proverà ad ottenere punti vitali per dare continuità alla vittoria di Capistrello e presentarsi poi alla durissima trasferta in casa della Torrese nel migliore dei modi.