Venerdì, 17 Gennaio 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne2020Termina con un pareggio amaro la prima gara dell'anno per i biancorossi, condannati nel finale da un calcio di rigore alquanto discutibile, al termine di una gara comandata per tutti i novanta minuti senza subire tiri in porta. Primo tempo che vede subito i ragazzi di mister Iodice pericolosi con Calderaro e gli ospiti chiusi a riccio a difesa del risultato. Nella ripresa il canovaccio del match non cambia e Reale sigla il meritato vantaggio dopo una pregevole azione corale; il Penne non rischia nulla ma, nel finale, il signor Sciubba di Pescara vede un dubbio mani in area: dal dischetto Pendenza è freddo e ragala ai suoi un pari insperato.

Senza lo squalificato Leccese mister Iodice schiera Cacciatore nel ruolo di centravanti appoggiato da Coletta e Calderaro sugli esterni, in difesa rientra D'Intino sull'out destro mentre a centrocampo Urruty è il vertice basso di una mediana completata da Reale e D'Alonzo.
Sul fronte ospite assente Battista, mister Carlucci schiera i suoi con atteggiamento abbottonato, bomber Pendenza unico riferimento offensivo, Maccione schierato davanti alla difesa guidata dall'esperto Ferdinando Giuliano tornato in terra cupellese dopo il mercato di dicembre.

Fasi iniziali che mostrano subito un Penne voglioso, sul fronte opposto tuttavia i rossoblu sono ordinati e sbagliano poco o nulla pur rinunciando quasi totalmente alle ripartenze. Al 15' primo spunto di cronaca con Cacciatore che riceve un invito di Coletta e calcia, conclusione che non prende il giusto giro e si spegne a lato sul secondo palo. Proteste al 24' quando sugli sviluppi di un corner D'Addazio salta di testa, la palla tocca la mano di un difensore ospite ma per l'arbitro è tutto regolare. Tra i più attivi della prima frazione c'è Calderaro che al 36' prova la pregevole giocata, controlla dal limite e scocca un gran tiro al volo che si spegne alto non di molto. Ancora Penne pericoloso al 40': angolo di Cacciatore e testa di capitan D'Addazio, sfera alta.

Al rientro dagli spogliatoi non cambia il copione del match, il Penne fa la partita ma fatica a trovare spazi, al 14' ci prova così D'Alonzo con un gran siluro dal limite, Capone è attento ed alza in corner. Al 19' arriva finalmente il meritato vantaggio con Reale, il migliore in campo, che duetta con Urruty e si inserisce alla perfezione su invito del mediano argentino, appoggiando di piatto in rete sul secondo palo il pallone che sblocca il match. Malgrado lo svantaggio gli ospiti non sembrano avere la giusta profondità ed i biancorossi al 34' hanon la palla del raddoppio col solito Calderaro che serve Cacciatore, la staffilata del numero dieci pennese tuttavia si spegne a lato non di molto sul primo palo. Al 44' l'epilogo che non ti aspetti: azione convulsa in area ed il direttore di gara vede un dubbio tocco di mano in area di D'Addazio decretando il rigore tra le vibranti proteste locali; dagli undici metri Pendenza è freddo e spiazza D'Amico per il gol del pari. Subita la rete il Penne le prova tutte e mister Iodice getta nella mischia anche Serti. Inutili tuttavia i tentativi di assalto con gli ospiti che stringono i denti e con Cacciatore che in pieno recupero prova la giocata con una conclusione al volo in area che si spegne sul fondo.

Alla fine due punti persi per i biancorossi che falliscono l'aggancio alla zona playoff, un punto d'oro per gli ospiti che esultano e danno continuità alle ultime due vittorie consecutive. Ora una settimana di tempo per ricaricare le pile poi in sette giorni saranno in programma tre gare: domenica trasferta durissima sul campo della Torrese, poi turno infrasettimanale interno contro Il Delfino Flacco Porto e successivamente trasferta sul campo della Renato Curi Angolana.

PENNE-VIRTUS CUPELLO 1-1 (0-0)

PENNE: D'Amico, D'Intino D, Filippone, D'Alonzo, Ranalli, D'Addazio, Reale (46'st Serti), Urruty, Coletta (36'st Di Fazio), Cacciatore, Calderaro. A disposizione: D'Intino G, Colangeli, Zenone, Barlaam, Rossi, Cutilli, Grande. Allenatore: Iodice

VIRTUS CUPELLO: Capone, Antenucci, Berardi, Maccione, Giuliano, Felice, De Cinque, Conti (26'st Claudio), Pendenza, Tafili, Troiano (38'st Fasoli). A disposizione: Tascione, Di Nocco, Colitto, Battista S, Acquarola, Bellano, Menna. Allenatore: Carlucci

Arbitro: Sciubba di Pescara

Reti: 19'st Reale (Penne), 44'st rig.Pendenza (V.Cupello)

Ammoniti: Maccione (V.Cupello), Cacciatore (Penne)

Espulso: al 44'st mister Iodice per proteste