Martedì, 21 Settembre 2021 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne2020Vittoria in rimonta per i biancorossi, che nel turno infrasettimanale superano in casa Il Delfino Flacco Porto, riscattano il brutto stop di Castelnuovo e soprattutto si rilanciano in classifica a -2 punti dalla zona playoff. Avvio shock per i ragazzi Iodice che vanno sotto su rigore dopo appena un minuto di gioco, ma reazione veemente che porta prima Calderaro vicino al pari poi Di Fazio nel finale di frazione a riequilibrare l'incontro col suo primo centro stagionale. Ripresa senza storia: vantaggio con un missile di D'Alonzo, tris di Cacciatore e poker solo sfiorato con Leccese in pieno recupero.

Recuperato Cacciatore lo squalificato mister Iodice può contare anche su Luca D'Alonzo che stringe i denti e viene schierato dal primo minuto malgrado i problemi fisici che lo avevano tenuto fuori nel match di domenica, indisponibile invece capitan D'Addazio uscito malconcio dalla trasferta in terra teramana in distinta ben dodici fuoriquota, due in più rispetto ai pescaresi che si presentano al Comunale con il classe 2003 Barretta dal primo minuto e privi degli attaccanti Curri e Falso; in panchina l'ex di turno Rosini insieme a Saltarin e Marzucco.

Pronti-via è gli ospiti sbloccano il risultato: incursione in area dopo pochi secondi e contatto tra un attaccante pescarese e D'Alonzo, per il signor Drigo di Portogruaro è calci di rigore, e dagli undici metri è freddo Sabatini nello spiazzare D'Amico e portare avanti i suoi.
Subito in svantaggio i biancorossi impiegano qualche minuto per carburare ed al 15' arriva il primo squillo con Calderaro che in area raccoglie un invito di Leccese e gira in porta, la sfera si spegne tuttavia alta non di molto.
Il Penne fa la partita, ma un clamoroso errore in uscita libera al tiro Comparelli la cui conclusione risulta troppo centrale con D'Amico abile a sventare.
Scampato il pericolo il Penne riprende a spingere ed al 43' è il turno di Leccese che si libera bene in area e calcia in porta, botta violenta che non inquadra lo specchio della porta.
Sul finire della frazione arriva il meritato pari pennese: angolo dalla sinistra di Calderaro e stacco sul primo palo di Di Fazio che di testa timbra la prima marcatura stagionale.

Il gol subito nel finale di frazione scombussola i piani ai pescaresi con il Penne che riparte subito più convinto ed al 10' va alla conclusione ancora con Di Fazio che di piatto in area non trova la coordinazione giusta permettendo così il facile intervento di Falso. 
La pressione locale si intensifica ed al 23' arriva il meritato vantaggio con una vera e propria prodezza di D'Alonzo che recupera palla sulla trequarti si coordina e lascia partire un missile che si infila all'angolo dove l'estremo ospite non può arrivare.
Gli ospiti non riescono a reagire ma provano a buttarsi in avanti pur senza creare grattacapi ad un Penne che sul filo di lana chiude i giochi: Cacciatore imbecca Leccese che scappa a sinistra e tocca centralmente per lo stesso numero dieci biancorosso che supera Falso con un tocco ad incrociare per il 3-1.
Due minuti ed il risultato potrebbe essere anche più tondo ma Leccese prima conquista un buon pallone in zona avanzata poi a due passi dal portiere spreca con una conclusione violenta ma centrale su cui l'estremo ospite si supera.

Per i biancorossi sono tre punti fondamentali che fanno morale e classifica in vista del derby di domenica sul campo di Città Sant'Angelo