Martedì, 21 Settembre 2021 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

lancianopenneSi torna a respirare aria di prestigio domenica al Comunale, dove i biancorossi di mister Iodice affronteranno il Lanciano per quella che si prospetta come una sfida ricca di fascino e ricordi. Diverse le sfide infatti tra Penne e frentani, sui campi dell'Interregionale degli anni '80 e sul finire degli anni '90 quando i biancorossi passavano in Eccellenza come nobile decaduta mentre i rossoneri ripartivano dopo il fallimento, giungendo negli anni fino allo storico traguardo della Serie B. Calcio d'inizio previsto per le ore 15:00, per l'occasione la società pennese ha indetto la "Giornata Biancorossa", non saranno validi pertanto gli abbonamenti, biglietto unico 10€ ingresso omaggio per i ragazzi fino ai 16 anni.

Da un punto di vista prettamente tecnico, il match di domenica si configura come il classico impegno durissimo al cospetto della vicecapolista reduce da un roboante successo interno (4-0) sul Nereto.

Cammino da grande squadra quello dei frentani che puntano senza mezzi termini al salto di categoria dopo le due vittorie nei tornei di Prima Categoria e Promozione susseguenti al fallimento della Virtus Lanciano. 46 punti in 22 gare frutto di 14 successi, 4 pareggi e 4 sconfitte sono un cammino da battistrada, malgrado tutto a mortificare l'andamento degli uomini di mister Di Pasquale è stato solo l'imbattibile Castelnuovo che ormai con undici lunghezze di vantaggio si appresta a tagliare il traguardo senza troppi patemi d'animo.

Lanciano che conta il miglior attacco del torneo con 52 reti all'attivo (alla pari del Castelnuovo) e la seconda miglior difesa con 20 reti al passivo, anche qui il Castelnuovo è staccatissimo con appena 6 reti subite in 22 gare, se non è record poco manca. Trascinati da un irresistibile Stefano Miccichè autore di 18 reti finora, i rossoneri possono vantare tra le proprie fila elementi di spessore assoluto per la categoria: l'ex di turno Mattia Rodia arrivato a dicembre dalla Torrese, il forte centravanti Daniele Gragnoli e capitan Natalini in difesa a cui vanno ad aggiungersi altri importanti elementi per la categoria del calibro di Shipple, Verna, Quintiliani, Di Rocco, Sassarini e Petrone.

In casa biancorossa si punta a ripartire dopo il clamoroso e rocambolesco match di Città Sant'Angelo; stringe i denti capitan D'Addazio che dovrebbe recuperare a tempo record dopo il lieve stiramento subito nel corso del match sul campo della Torrese, mancherà tuttavia sicuramente Luca D'Alonzo squalificato dopo il doppio giallo rimediato domenica contro la Renato Curi Angolana. 

Match durissimo ma che potrebbe svoltare la stagione dei biancorossi che, in caso di ipotetica vittoria, potrebbero avvicinare il quinto posto in classifica ma soprattutto ridurre il gap proprio dai frentani secondi in classifica riaprendo i giochi in chiave playoff visto che attualmente, alla luce della distanza tra frentani e la quinta classificata, i rossoneri sarebbero ammessi direttamente alla finale.

Resta dunque fermo che anche il Lanciano giocherà per un solo risultato, alla luce proprio di tale distacco ma anche per tentare un ipotetico e miracoloso recupero ai danni del Castelnuovo. Decisamente improbabile certo, ma una piazza come Lanciano non può che puntare a vincere ogni gara sia per il prestigio che per il valore della rosa a disposizione.

Biancorossi che vorranno dal canto loro anche provare a riscattare la prestazione dell'andata, quando un pessimo approccio al match causò una dura e secca sconfitta al Biondi.