Domenica, 29 Marzo 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

penne2020Turno casalingo per i biancorossi che dopo il buon pari di Capistrello ospiteranno tra le mura amiche la Bacigalupo Vasto Marina. Nella volata verso un finale di campionato tutto da decifrare, i ragazzi di mister Iodice proveranno a sfruttare il fattore casalingo al cospetto di un avversario bisognoso di punti ma reduce da una serie negativa che ha portato in dote ai vastesi appena cinque punti nelle ultime dodici gare.

 

Partiti come vera e propria rivelazione del torneo, la Bacigalupo di mister Cesario paga in maniera evidente le cessioni dei propri pezzi pregiati partiti verso altri lidi dopo la sessione di mercato dicembrina che ha visto perdere colonne del calibro del bomber Michele Cesario (13 reti fino a dicembre) e di diversi giocatori di categoria superiore come Mangiacasale, Cernaz ed il giovanissimo Irace passato tesserato addirittura dal Livorno.

Una prima parte di stagione vissuta da protagonista quella della matricola vastese, unica squadra finora in grado di battere in campionato la battistrada Castelnuovo, per giunta in trasferta. Situazione tuttavia completamente diversa quella che vivono oggi gli adriatici, che sono sprofondati dai primissimi posti in classifica alla piena zona playout, situazione aggravata ulteriormente dalla sconfitta interna patita domenica per mano del Nereto in un vero e proprio scontro diretto.

Turno comunque insidioso quello di domenica per capitan D'Addazio e compagni anche alla luce delle assenze: oltre all'infortunato Cacciatore infatti mancherà all'appello anche lo squalificato Daniel D'Intino, mentre è in dubbio anche Ranalli.

Biancorossi che dovranno dunque dare il massimo per proseguire la mini-striscia positiva delle ultime gare e tenere il passo sperando in qualche scivolone importante davanti per provare a scalare posizioni ma soprattutto ridurre il gap minimo in ottica playoff.

Dati impietosi quelli che precedono la gara per la compagine vastese: 5 punti nelle ultime 12 gare, un successo che manca ormai dal lontano 8 dicembre (2-1 in casa sulla Renato Curi Angolana), una striscia di 10 gare senza successi in cui la Bacigalupo è riuscita a racimolare appena due punti totali negli scontri interni con Sambuceto (0-0) ed Acqua&Sapone (2-2), ed una striscia esterna di 6 sconfitte in altrettante gare esterne.

Andamento esterno che rappresenta proprio la cartina al tornasole della "rivoluzione" avvenuta nel mercato di dicembre: malgrado le sei sconfitte consecutive infatti i vastesi hanno totalizzato 15 punti nelle gare esterne (3 in più dei biancorossi) riuscendo a vincere addirittura in cinque circostanze. Dalla partenza dei "big" invece la tendenza esterna è stata totalmente ribaltata e ad oggi i vastesi lontano dalle mura amiche non riescono ad incidere nemmeno in zona gol (appena una rete siglata nei già citati sei scontri in trasferta).

Biancorossi che tenteranno dunque di far valere la legge del Comunale, sul cui campo hanno finora costruito l'intera stagione grazie ai 26 punti conquistati sui 38 complessivi, frutto di sette vittorie, cinque pareggi ed una sola sconfitta.