Venerdì, 05 Giugno 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

cacciatore2Al termine di una prestazione sontuosa e ricca di colpi di scena, i biancorossi espugnano il campo di Castelnuovo infliggendo alla corazzata neroverde la seconda sconfitta in campionato dopo cinque mesi esatti e ben 22 gare utili consecutive. Un risultato griffato da Cacciatore (foto) croce e delizia della domenica con una doppietta ed un assist illuminante per il nuovo vantaggio siglato Rossi, facendosi così perdonare il precedente clamoroso errore dagli undici metri. Successo che continua ad avvicinare i biancorossi alla zona playoff, da segnalare il debutto da titolare in Eccellenza per Cutilli (2004).

Recuperati tutti gli effettivi mister Iodice rimescola le carte in campo con Daniel D'Intino che parte dalla panchina, D'Alonzo che prende il suo posto sull'out destro della difesa puntando in mediana un pò a sorpresa su Cutilli (2004) colonna dell'under 17 biancorossa affiancato da Urruty e da Rossi (2000) che va a completare la flotta dei fuoriquota con Ranalli (2000) schierato al centro della difesa insieme a capitan D'Addazio. In avanti spazio al trio delle meraviglie Cacciatore-Leccese-Calderaro.
Sul fronte opposto mister Di Fabio non può contare sullo squalificato Ilario Lepre in attacco sostituito da Fabrizi, out anche Di Remigio, in campo dal primo minuto gli ex "pennesi" Casimirri, Donatangelo e Di Ruocco.
Partenza lanciata dei padroni di casa che provano subito a fare la partita ed al 9' creano i presupposti del possibile vantaggio con Emili che riceve palla in area da D'Egidio ma calcia debolmente, bravo D'Amico in tutto a smorzare.
Il Penne guadagna tuttavia campo col passare dei minuti ed inizia a farsi vedere dalle parti dell'impenetrabile retroguardia locale. Al primo vero affondo così i ragazzi di mister Iodice riescono a passare con Cacciatore che al 19' si presenta ai 20 metri e su calcio piazzato infila imparabilmente il palo alto alla destra dell'incolpevole De Chirico per lo 0-1.
Il Castelnuovo accusa il colpo e prova a reagire ma riesce ad impegnare D'Amico in una sola occasione quando, ricevuta palla sul secondo palo su invito del solito D'Egidio, calcia sul primo palo trovando tuttavia l'opposizione dell'estremo pennese abile a respingere in corner.

Al rientro dagli spogliatoi mister Di Fabio prova a correggere qualcosa nell'assetto tattico dei suoi, ma soprattutto sono i neroverdi che provano a cambiare piglio e recuperare il match.
Passa appena un minuto e serve un grandissimo intervento in tuffo di D'Amico per riequilibrare l'incontro, dopo qualche minuto è invece Fabrizi che di testa spreca da buona posizione. Il Castelnuovo attacca ma non punge, ma al 10' un cross di Di Ruocco dalla sinistra diretto sul secondo palo trova la sfortunata deviazione di Ranalli che infila involontariamente la propria porta e regala il pari ai locali.
Malgrado la botta del pari il Penne riparte subito deciso e dopo due minuti guadagna un calcio di rigore per un contatto in area tra Cacciatore e Terrenzio giudicato falloso; dagli undici metri va proprio Cacciatore che calcia clamorosamente alto.
Sembra un match già segnato ormai ma il Penne ha la forza di continuare a giocarsela a viso aperto come se nulla fosse accaduto: al 14' ad andare vicinissimi al vantaggio sono però i locali con Forò ed Emili che in due occasioni vedono respingere le proprie conclusioni ravvicinate prima da D'Addazio sulla linea di porta poi da un reattivo D'Amico in tuffo, autore di una prestazione sontuosa. Il Penne stringe i tempi e passa all'incasso dopo appena due giri di lancette: azione perfetta con Cacciatore che inventa una magia di tacco per Rossi il quale entra in area ed infila sul secondo palo con un gran diagonale la palla del 2-1. 
Il Castelnuovo prova a riorganizzarsi, il Penne rimane in dieci uomini per l'ingenuo doppio giallo di Reale, ma al 23' avrebbe la palla d'oro per chiuderla col solito Cacciatore che se ne va in contropiede ma viene atterrato da Cattenari: espulsione sacrosanta per l'estremo di casa e neroverdi costretti a schierare un calciatore di movimento in porta visto che già nell'intervallo avevano provveduto alla sostituzione del portiere.
Parità numerica ristabilita ma il Castelnuovo le prova tutte per recuperare il match con il Penne che prova a graffiare in contropiede: al 42' la palla buona capita sui piedi di Leccese che tuttavia si fa anticipare in extremis dal centrocampista Bregasi schierato tra i pali, al 44' sono invece i locali che ci riprovano con Fabrizi che stoppa e conclude al volo in area, palla alta. 
Al 46' il sigillo finale al match quando, in contropiede, Leccese libera per Cacciatore che entra in area e fulmina senza pietà Bregasi calando così il tris su una domenica perfetta per i biancorossi.

Successo che proietta così i ragazzi di mister Iodice a quota 44 punti e permette di conservare il quinto posto dagli assalti di Capistrello ed Acqua&Sapone. Ad oggi i biancorossi sarebbero ancora fuori dai playoff vista la distanza dal Lanciano secondo in classifica, ma il successo odierno riapre i giochi anche per il quarto posto visto che i biancorossi ora hanno accorciato a -2 dagli albensi. Sconfitta cocente invece per i ragazzi di mister Di Fabio che interrompono un digiuno di sconfitte lungo cinque mesi esatti (29 Settembre, 0-1 casalingo contro la Bacigalupo Vasto Marina) ma mantengono comunque un confortante +9 di vantaggio sul Lanciano secondo in classifica a soli sei turni dal termine.