Venerdì, 23 Ottobre 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

damico3Prima sconfitta stagionale per i biancorossi, largamente rimaneggiati dalle pesanti assenze di Iannascoli, Lepre e Cacciatore e che nella ripresa devono rinunciare anche a Donatangelo e Calderaro, chiudendo il match con ben sette fuoriquota in campo. Non basta una prova gagliarda per avere la meglio di un Nereto che sblocca il risultato ad inizio ripresa e resiste fino al novantesimo; primo tempo ben condotto dai ragazzi di Naccarella che dopo un avvio difficile creano buone occasioni per il vantaggio. Ad inizio secondo tempo il guizzo di Gardini che decide la partita con gli ospiti mai veramente pericolosi, ed un incontenibile Reale (di gran lunga il migliore in campo) che sfiora il pari. Da segnalare la centesima presenza in biancorosso di Cristian D'Amico (foto).

 

Mister Naccarella, costretto a seguire la gara della tribuna, ridisegna l'assetto tattico dei suoi affidandosi a Reale e Leone sugli esterni, centrocampo giovanissimo con Cutilli (2004) autore di una prova autorevole, e Grande (2003) ad affiancare Donatangelo nel ruolo di play, in avanti Di Fazio (2001) e Calderaro a supporto di Serti (2001), a completare l'undici la coppia di centrali composta da capitan Francesco D'Addazio e Ranalli (2000), in porta Cristian D'Amico che festeggia lo splendido traguardo delle 100 presenze in maglia biancorossa.
Sul fronte opposto il Nereto, squadra costruita per lottare al vertice, è reduce da una convincente vittoria esterna (4-0) sul campo della Torrese; mister Vagnoni si affida alla coppia d'attacco composta dall'ex Mattia Rodia e dal fuoriquota Gardini (2001) appoggiati dall'ex L'Aquila Di Benedetto, in mezzo al campo Nepa nel ruolo di play a dirigere il 4-3-1-2 marchio di fabbrica del tecnico ex San Nicolò Notaresco.
Si gioca per la prima volta davanti al pubblico, 111 i posti disponibili per quella che rappresenta la prima gara a porte aperte dopo la chiusura dei cancelli causa emergenza Covid.

Inizio gara contratto quello dei padroni di casa, schiacciati all'interno della propria metà campo da un Nereto che parte subito fortissimo: dopo appena un minuto la prima occasione del match a favore dei vibratiani con il giovane Gardini, reduce dalla doppietta rifilata alla Torrese, che ci prova dal limite, D'Amico risponde presente e devìa. Passano due minuti ed ancora Gardini mette i brividi alla retroguardia di casa con una girata in area che si spegne tuttavia alta.
Dopo un avvio difficile il Penne alza il baricentro e la gara cambia visibilmente d'inerzia con i biancorossi che creano in diverse occasioni i presupposti per il vantaggio. Al 18' l'occasione più nitida della prima frazione con Donatangelo che riceve palla dal limite destro dell'area neretese e calcia a giro, con la sfera che fa la barba al palo a portiere battuto. Al 24' la palla buona capita sulla testa di capitan D'Addazio che prova a raccogliere un corner di Calderaro ma viene anticipato in extremis dalla chiusura di un difensore rossoblu. 
Ancora Penne al 28' questa volta è il turno di Serti che converge dalla sinistra e prova a pescare il secondo palo, mira difettosa con palla a lato.
Il Nereto soffre a tratti il buon lavoro in fase di sponda di Serti, costringendo mister Vagnoni alla prima sostituzione già alla mezzora con Mboup, in difficoltà e già ammonito, che cede il posto a Succi.
Ospiti che rimettono la testa fuori dal guscio al 35' con l'ex Rodia che, favorito da un rimpallo in area, prova il diagonale sul secondo palo con sfera che si spegne a lato.
Ancora Gardini ci riprova al 42' agganciando un buon pallone in area ma calciando nettamente alto; su questa occasione si chiude un primo tempo equilibrato con un buon Penne che, malgrado le tante assenze, tiene testa all'avversario.

Al rientro dagli spogliatoi Vagnoni toglie Monaco e mette dentro Sorci andando così a rimpolpare il plotone degli over in campo; al 5' arriva l'episodio che decide il match: gran giocata del giovane Gardini che in area controlla un buon pallone e gira di prima intenzione in porta beffando D'Amico con un tocco debole ma preciso sul primo palo.
La rete dello svantaggio è una mazzata per i biancorossi costretti a rinunciare anche a Calderaro che, in preda ai crampi, deve lasciare spazio a Damiano D'Addazio (2001). Gli ospiti si chiudono a riccio e provano a ripartire, il Penne si butta a capofitto in avanti con Reale che dopo un primo tempo sontuoso viene avanzato nel tridente creando non pochi grattacapi alla retroguardia neretese. 
Al 16' l'esterno pennese sfonda sulla destra e crossa sul secondo palo dove si fiondano sul pallone Di Fazio e Serti che finiscono per ostacolarsi a vicenda.
Al 21' è proprio Reale a sfiorare il pareggio bevendosi il diretto avversario Di Loreto saltato con uno splendido controllo, conclusione violenta e radente del numero 3 pennese che tuttavia da solo l'illusione del gol andando a baciare l'esterno della rete.
Il Nereto si rivede solo al 37' con una punizione di Di Benedetto dalla distanza che D'Amico respinge senza problemi, inutili i tentativi di assalto finali con Donatangelo stremato che abbandona il campo per Barlaam (2002).
Ospiti che stringono i denti e con mestiere gestiscono le operazioni fino ai quattro minuti di recupero che sanciscono la fine del match.

Una sconfitta immeritata quella dei biancorossi che pagano non poco alcune assenze importanti soprattutto nel reparto avanzato ma che, malgrado tutto, tengono testa ad un avversario costruito per far bene.
Incassato il primo stop casalingo si torna subito al lavoro: mercoledì in programma il turno infrasettimanale sul sintetico di Castelnuovo al Vomano in casa della Torrese, altra squadra che punta al vertice ma in crisi dopo le ultime due sconfitte consecutive. Poi domenica seconda trasferta consecutiva sul difficile campo della Virtus Cupello.

PENNE-NERETO 0-1 (0-0)

PENNE: D'Amico, Leone, Reale, Donatangelo (38'st Barlaam), Ranalli, D'Addazio F, Di Fazio, Grande, Serti, Calderaro (14'st D'Addazio D), Cutilli. A disposizione: D'Intino, Colangeli, Zenone, Prosia, Marzola, Del Ponte, Cacciatore: Allenatore: Silano (Naccarella in tribuna)

NERETO: Gagliardini, Di Loreto, Monaco (1'st Sorci), Mboup (36'pt Succi), Nepa, Rinaldi, Selmanaj, Capocasa A (26'st Cerasi), Gardini, Di Benedetto, Rodia (36'st Alfonsi). A disposizione: Pirozzi, Ciarrocchi, Capocasa M, Mennillo, Sardini. Allenatore: Vagnoni

Arbitro: Cavacini di Lanciano

Rete: 5'st Gardini

Ammoniti: Mboup, Nepa (Nereto), Reale (Penne)