Lunedì, 29 Novembre 2021 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

avezzano penneAl termine di un match ai limiti del surreale, il Penne crolla malamente sul campo della capolista Avezzano riportando a casa un passivo probabilmente finora sconosciuto nella centenaria storia biancorossa. Biancorossi praticamente mai scesi in campo e padroni di casa implacabili che non hanno potuto far altro che affondare i colpi al cospetto di un avversario mai in grado di opporre la benchè minima resistenza. Una sconfitta umiliante, che pone seri interrogativi sulla tenuta psicologica (prima ancora che tecnica), di una squadra che solo sette giorni fa aveva dato buoni segnali al termine del match interno perso immeritatamente con l'Alba Adriatica.

Tornano gli incubi della passata stagione, quando i biancorossi riportarono passivi pesantissimi in serie prima dell'ultima sconfitta in casa de L'Aquila (0-6) in un torneo poi fermato dal Covid. 
Nulla di assolutamente paragonabile con quanto accaduto oggi, sia chiaro. Se lo scorso anno fu contornato da attenuanti più o meno evidenti, in primis problemi tecnici ad inizio stagione, decisioni errate circa alcuni giocatori, il Covid che colpì diversi calciatori in rosa, ed i tanti infortuni che costrinsero spesso i biancorossi a scendere in campo con squadre di ragazzini, tutto questo non può invece dirsi dello stato attuale: oggi al Dei Marsi mancavano certo elementi importanti come D'Amico, Guerra e D'Ercole (out all'ultimo minuto), a cui andava ad aggiungersi anche il forfait dell'argentino Rodriguez in difesa, ma una situazione comunque assolutamente non paragonabile a quella della passata stagione.

La gara è durata poco più di dieci minuti, tanto è bastato alla corazzata marsicana per sbloccarla grazie al 2003 Braghini ben imbeccato da un compagno ed abile in area a freddare l'incolpevole Egidio. I biancorossi provano a scrollarsi di dosso il solito avvio difficile e sembrano quasi in grado di dar fastidio ai locali, con una conclusione di Cacciatore insidiosa ma centrale che l'estremo di casa blocca in due tempi. Sarà solo un lampo isolato, un'illusione, perchè l'Avezzano torna a spingere e sfiora il raddoppio con Di Paolo, colpo di testa in area da buona posizione ma palla a lato. 
Al minuto 25 l'episodio che spiana la strada ai locali: ingenuità clamorosa dei biancorossi che, in quattro uomini sullo sgusciante Braghini in area, riescono nell'impresa di regalare il rigore ai biancoverdi (sgambetto di Silvestri); dagli undici metri è un gioco da ragazzi per il capocannoniere Dos Santos spiazzare Egidio per il raddoppio. 
Da qui in poi non c'è più partita, Avezzano che affonda i colpi, Penne spettatore: al 40' ancora il giovane Braghini fa tutto da solo ed in area infila Egidio con un destro a giro, passano appena due minuti ed anche Bisegna mette il timbro sul match con una conclusione angolata dalla distanza.

Nella ripresa ci si aspetta un moto d'orgoglio pennese, ma sarà peggio: passano soli sette minuti e sono altre due reti ancora con Braghini (tripletta) e Dos Santos (doppietta). Mister Torti getta nella mischia anche le riserve di "lusso" Pendenza e Blanco ed il loro approccio sul match è ancora più catastrofico per i biancorossi: al 21' sponda di Blanco per Pendenza e conclusione al volo sotto l'incrocio per il 7-0. L'incubo prosegue dopo tre minuti: conclusione di Kras da due passi, Egidio si oppone ma sulla respinta il più lesto di tutti è lo stesso Blanco che firma l'ottava rete. Al 44' è doppietta anche per Pendenza che riceve un filtrante in area, prende il tempo alla difesa biancorossa ed in diagonale infila il definitivo 9-0.

AVEZZANO-PENNE 9-0 (4-0)

AVEZZANO: Venditti, Besana (15'st Roncone), Lombardo, Sassarini, Di Gianfelice, Zanon, Braghini (11'st Laguzzi), Donatangelo (15'st Kras), Dos Santos (14'st Pendenza), Bisegna, Di Paolo (11'st Blanco). A disposizione: Di Girolamo, Puglielli, Pelino, Catalli. Allenatore: Torti

PENNE: Egidio, Grande, Leone, Silvestri, Mennillo, D'Addazio, Rossi, Antonacci, Cellucci (15'st Fulvi), Cacciatore, Cutilli (1'st Di Fazio). A disposizione: Marini, Massimi, Iezzi, Barlaam, Hassan, Serti, Guerra. Allenatore: Aielli

Arbitro: Di Florio di Lanciano

Reti: 11'pt, 41'pt e 4'st Braghini; 25'pt (rig.) e 6'st Dos Santos; 42'pt Bisegna; 21'st e 44'st Pendenza; 25'st Blanco.

Ammoniti: Braghini (Avezzano)