Domenica, 27 Novembre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

cutilli grandeAl termine di una gara incredibilmente intensa il Penne torna alla vittoria, complicandosi oltremodo la vita ma riportando a casa tre punti fondamentali in uno scontro diretto già drammatico. Prima frazione chiusa sorprendentemente sotto: meglio i biancorossi che collezionano occasioni da gol in serie ma falliscono clamorosamente sotto porta, al contrario degli ospiti che nelle uniche due sortite offensive timbrano il cartellino. Avvio arrembante dei ragazzi di Iodice, vantaggio ospite al primo affondo; sul capovolgimento di fronte il Penne pareggia ma va ancora sotto e spreca a più riprese il gol del pari. Nella ripresa, il primo gol in Eccellenza di Cutilli classe 2004, spiana la strada ai biancorossi che firmano il sorpasso con Cacciatore, sprecano ancora il gol del 4-2 e nel finale rischiano il clamoroso pareggio, con gli ospiti che si divorano il 3-3 all'ultimo istante. Tre punti fondamentali per la classifica ed il morale, domenica trasferta durissima in casa del Pontevomano per l'ultima di andata.

Torna in panchina dunque mister Fabio Iodice, chiamato a rivitalizzare l'ambiente e provare a risalire la china per una squadra fiaccata nel morale e nella classifica. Pochi cambi rispetto all'undici tipo dei biancorossi, in campo dal primo minuto c'è Fulvi al posto di un acciaccato Guerra costretto alla panchina, in difesa la novità e l'esordio dal primo minuto di D'Ercole (2002) a sinistra, debutto da titolare per lui dopo i problemi fisici che l'hanno tenuto fuori già dall'estate; sull'out destro confermato Grande (2003), Mennillo (2001) prende il posto al centro della difesa affianco a capitan D'Addazio, mediana composta da Rossi e Silvestri, con Fulvi, Cacciatore e Cutilli (2004) a supporto di Cellucci (2000).
Sul fronte opposto mister Benedetti deve far fronte ad una evidente emergenza, solo in parte attenuata dagli arrivi dell'estremo difensore Cuomo (2000) dal Messina che prende subito il posto tra i pali dello squalificato Tano, e Traino schierato esterno destro. All'appello mancano i vari Della Penna (squalificato), Fusaro, Zinni, Erragh, Fanelli e La Selva (infortunati), praticamente fuori anche Mangiacasale che va in panchina ma non verrà impiegato. In avanti i casalesi si affidano alla giovane coppia Budano-Moschini entrambi fuoriquota, per una squadra che si affida all'esperienza di Nazari in difesa e di Gagliano faro del centrocampo giallorosso.

Primo tempo vibrante ma certamente non eccelso tecnicamente, tra due squadre che ballano in difesa e sicuramente bloccate dalla precaria posizione di classifica malgrado propositi ben diversi ad inizio stagione.
Subito due squilli pennesi ad inizio gara: al 3' Cellucci riceve palla in area da Cutili e calcia in porta, Cuomo mostra subito le proprie doti respingendo la conclusione del centravanti pennese; passano due minuti ed in area duettano Cellucci, Fulvi e Cacciatore, palla per quest'ultimo che alza troppo la mira spedendo alto. Biancorossi in pieno controllo del match ma che vanno incredibilmente sotto alla prima sortita offensiva ospite: cross di Traino dalla destra al 7' e gran gol dell'accorrente De Santis che raccoglie il traversone ed infila D'Amico con un preciso diagonale. 
I biancorossi rispondono subito e dopo appena due minuti siglano il pari con Fulvi, che si infila tra le maglie larghe della difesa ospite e spedisce all'angolino la palla del pareggio. 
Il Penne ora spinge e crea occasioni a grappoli mancando tuttavia sempre la marcatura: al 15' affondo di Cacciatore in area che suggerisce per Cellucci sul primo palo, provvidenziale l'intervento di un difensore ospite che sventa. Al 25' ancora un errore clamoroso della difesa ospite con Nazari che perde palla, Cacciatore riesce a superare Cuomo e, decentrato, appoggia centralmente per Cutilli che tutto solo calcia incredibilmente addosso all'estremo ospite che evita il peggio.
Ancora Penne al 27' con Cellucci che entra in area e conclude, sempre reattivo Cuomo che respinge in tuffo. Il match è un monologo biancorosso ma, incredibilmente, al secondo affondo gli ospiti passano approfittando ancora di una dormita della retroguardia pennese che permette a Budano di toccare in maniera semplice in porta la palla del nuovo vantaggio.
Il Penne continua ad attaccare, ma continua a mancare in maniera imbarazzante sotto porta. Al 30' ci prova Cacciatore su punizione dal limite, l'estremo ospite dice ancora di no; al 33' angolo di Cacciatore, respinta della retroguardia ospite, sulla sfera irrompe Cutilli che manda alto.

Al rientro dagli spogliatoi è sempre il Penne a fare la partita, gli ospiti sembrano tuttavia rischiare di meno. Primo spunto al 12' ancora con Cacciatore che sfonda in area dalla sinistra e tocca centralmente, di nuovo la difesa casalese fa buona guardia.
Mister Iodice cambia Grande con Leone, poi è costretto a rinunciare a Fulvi sostituito da Guerra; il copione del match non muta, ma serve un gran gol di Cutilli, il primo in Eccellenza per il giovanissimo centrocampista della cantera biancorossa, che al 19' riceve palla in area da Silvestri e fulmina Cuomo con un preciso esterno destro che si infila sotto l'incrocio sul primo palo. La rete  infiamma il Comunale, i biancorossi riprendono a spingere con vigore e dopo appena due minuti arriva un'altra limpida palla gol con il portiere ospite che si supera ancora su Cellucci, sulla ribattuta Guerra prova il tiro-cross ma ancora l'estremo casalese in uscita bassa blocca la sfera.
Il gol è nell'aria ed arriva al 23' al termine di un'azione insistita in area, con palla che arriva a Cacciatore bravo con una girata perfetta a trovare l'angolo giusto ed infilare Cuomo per la rete del meritatissimo sorpasso.
La gara ora si gioca sul filo dei nervi, mister Iodice è costretto a rinunciare a Guerra entrato da poco, al suo posto Di Fazio. La spinta dei biancorossi, che hanno speso tantissimo, giocoforza cala seppur gli ospiti non creano grosse opportunità ma hanno un sussulto importante con Budano che in area prova la prodezza balistica in rovesciata con palla che termina di poco alta.
Il finale è incredibile con i biancorossi che al 42' si divorano tre volte nella stessa azione la quarta rete: contropiede fulmineo con Di Fazio che si presenta a tu per tu con Cuomo, conclusione respinta dal portiere ospite, sulla ribattuta irrompe Silvestri che supera il portiere ma trova la respinta di un difensore casalese sulla linea di porta, sull'ennesima ribattuta è il turno di Rossi che ha il tempo di mirare ma calcia alto.
L'ennesimo errore sotto porta per poco non porta al pareggio dei casalesi nell'ultimo minuto di recupero: cross della disperazione dalla trequarti in area, Budano si ritrova solo davanti a D'Amico ma manca l'impatto col pallone che si spegne a lato.

Termina così con un successo meritato ma soffertissimo il match del "Colangelo", con Iodice che bagna il nuovo esordio con un successo ed i biancorossi che centrano il terzo successo stagionale, secondo in casa. In attesa dei necessari rinforzi, un successo che permette ai biancorossi di scavalcare proprio i casalesi in classifica, recuperare punti e morale in vista di un altro scontro diretto importantissimo contro il lanciatissimo Pontevomano, che dopo un avvio difficile vive un momento di forma importante. Sarà una gara importantissima su un campo difficilissimo, ma per i ragazzi di mister Iodice da ora alla fine ogni gara sarà una finale.

PENNE-CASALBORDINO 3-2 (1-2)

PENNE: D'Amico, Grande (13'st Leone), D'Ercole, Silvestri, Mennillo, D'Addazio, Cutilli (34'st Rodriguez), Rossi, Cellucci (40'st Serti), Cacciatore, Fulvi (16'st Guerra, 27'st Di Fazio). A disposizione: Egidio, Hassan, Iezzi, Barlaam. Allenatore: Iodice

CASALBORDINO: Cuomo, Traino, Seck, Gagliano, La Penna (1'st Di Pasquale), Nazari, De Santis, Falcone (22'st Ciancaglini), Budano, Trisi, Moschini (42'st Paglione). A disposizione: Di Sciascio, Bologna, Galante, Cocchino, Colasante, Mangiacasale. Allenatore: Benedetti

Arbitro: Pascuccio di Ariano Irpino

Reti: 7'pt De Santis (C), 9'pt Fulvi (P), 26'pt Budano (C), 19'st Cutilli (P), 23'st Cacciatore (P)

Ammoniti: Seck, La Penna (C), Silvestri, Di Fazio (P)