Venerdì, 21 Gennaio 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

IMG 20211219 143355Con un gol per tempo, un Penne d'acciaio fa il colpaccio al "Biondi", infliggendo ai frentani la prima sconfitta dopo nove gare utili consecutive, e riportando a casa tre punti di fondamentale importanza in chiave salvezza. Gara solida e concreta quella messa in mostra dai biancorossi su un campo difficile e su un terreno di gioco in pessime condizioni, che ha giocoforza alzato il contenuto agonistico di un match di per sè già complicato. In vantaggio con Cellucci alla prima fiammata, i biancorossi hanno chiuso il primo tempo avanti grazie anche ad un grande intervento di D'Amico che sbarrava la strada a Bocchio. Nella ripresa i rossoneri facevano il match, ma le occasioni più ghiotte erano tutte di marca pennese con D'Ercole che sfiorava il raddoppio, poi firmato qualche minuto dopo da Cutilli. Una vittoria ottenuta con autorità, e sette punti conquistati in quattro gare della nuova gestione Iodice. Mercoledì ultima dell'anno da non fallire, in casa contro il Villa 2015.

Out Guerra e Cacciatore, mister Iodice ridisegna la squadra con un inedito 3-5-2: in campo dal primo minuto il nuovo arrivato Basualdo, insieme a Sichetti (2001) che fa il suo esordio a completare il trio centrale con capitan D'Addazio. Sugli esterni Cutilli (2004) e D'Ercole (2002), in mediana Silvestri, Rossi e Viegas con Fulvi-Cellucci (2000) tandem d'attacco; in panchina Impallari e Medaglia con quest'ultimo che entrerà in campo nella ripresa.
Sul fronte opposto mister Bellè si affida all'artiglieria pensante: l'ex Teramo Scipioni a dirigere la difesa, Hyseni a centrocampo e squadra schierata a trazione anteriore con Ciotola, Mariano e Rei alle spalle del temutissimo Bocchio; l'obiettivo dichiarato dei frentani è quello di proseguire la corsa verso il vertice della classifica, forti della solidità difensiva sin qui mostrata (seconda miglior difesa del torneo) ed un ruolino di marcia di sette vittorie e due pareggi nelle ultime nove gare.

Si gioca su un campo pesantissimo, che rende quasi impossibile il fraseggio nello stretto. I biancorossi scendono in campo con la mentalità giusta, ed alla prima sortita offensiva la sbloccano: punizione dall'out destro di Cutilli, palla che spiove sul secondo palo dove Cellucci è più lesto di tutti ed infila in porta la palla del vantaggio.
La reazione dei locali non si fa attendere, al 12' ci prova Mariano ma la sua conclusione è debole facile preda di D'Amico, di ben altra pasta il tentativo del compagno di reparto Bocchio che, si libera in area sul filo del fuorigioco, e calcia ad incrociare chiamando D'Amico al difficile intervento in corner.
Aldilà della fiammata offensiva i rossoneri fanno la partita ma faticano a rendersi pericolosi dalle parti di D'Amico: al 20' ci prova Bertino su punizione, l'estremo biancorosso è attento ed alza in corner.  Il Penne non sta certo a guardare ed al 23' ci prova Fulvi con una conclusione dal limite, Elezaj è attento ed in tuffo storna in corner.
Le ultime due azioni locali arrivano sull'asse Rei-Mariano: al 25' l'esterno offensivo di casa irrompe dalla destra e calcia in porta da posizione decentrata, palla oltre la traversa; al 40' l'ultima opportunità sui piedi di Mariano che dal limite inventa una conclusione velenosa che fa la barba al palo.

Nella ripresa i locali entrano in campo più decisi e provano a spingere soprattutto nei primi minuti: al 3' gran giocata del solito Rei che tocca centralmente per la deviazione di Bocchio, D'Amico è attento e blocca. Svanita la sfuriata iniziale i biancorossi tornano a farsi pericolosi: all'11' Cutilli imbecca l'inserimento di Rossi, Elezaj sventa in uscita. Iodice getta nella mischia anche Medaglia, la mediana pennese ne guadagna in solidità ed al 20' i biancorossi sfiorano il raddoppio quando Rossi solo in area non aggancia, sul pallone irrompe l'accorrente D'Ercole che calcia di prima intenzione, Elezaj è ancora attento e devia in corner.
Sono le prove tecniche del raddoppio che arriva sei minuti dopo: azione che parte da una rimessa con Medaglia che pesca Silvestri al limite che, sul due contro uno, innesca Cutilli che si inserisce controlla ed in area fulmina l'estremo di casa per il 2-0.
Il Lanciano ora le prova tutte e cinge d'assedio la metà campo pennese che tuttavia regge benissimo, tanto che nel finale sono ancora i ragazzi di mister Iodice a sfiorare il tris con Silvestri che in contropiede spreca calciando a lato.
Saranno ben sei i minuti di recupero decretati da Spadaccini di Chieti, con D'Amico che sbarra ancora la strada con un gran intervento sul solito Bocchio, il migliore dei suoi, che al tramonto del match sfiora ancora il gol della bandiera con una conclusione che termina a lato non di molto.

Si chiude così con un successo di prestigio la trasferta del "Biondi" per i biancorossi, che riportano a casa tre punti pesantissimi su un campo difficile come quello lancianese; una prestazione di grande solidità e concretezza da cui ripartire in vista di un girone di ritorno che si preannuncia scoppiettante. Mercoledì di nuovo in campo nell'ultima gara dell'anno tra le mura amiche contro il fanalino di coda Villa 2015, una gara che nasconde tante insidie ma che i biancorossi non possono fallire per non vanificare l'ottimo successo odierno.

LANCIANO-PENNE 0-2 (0-1)

LANCIANO: Elezaj, Labonia, Mingolla (15'st Bodo), Ciotola (36'st Cardone), Fonseca (23'st Crudo), Scipioni, Rei, Hyseni, Bocchio, Bertino, Mariano. A disposizione: Seck, Mazzieri, Priorelli. Allenatore: Bellè.

PENNE: D'Amico, Sichetti, D'Ercole, Silvestri, Basualdo, D'Addazio, Rossi (43'st Grande), Viegas (19'st Medaglia), Cellucci (35'st Serti), Fulvi (30'st Di Fazio), Cutilli. A disposizione: Egidio, Impallari, Hassan, Leone, Iezzi. Allenatore: Iodice

Arbitro: Spadaccini di Chieti

Reti: 10'pt Cellucci, 26'st Cutilli

Ammoniti: Sichetti, D'Amico, Rossi (Penne), Fonseca (Lanciano)