Martedì, 04 Ottobre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

penne centenarioSi chiude con un pari interno la regular season per i biancorossi che impattano per 1-1 contro il Pontevomano, in attesa di dare la caccia alla salvezza nei playout. Tutto da decidere circa le date e l'avversario da affrontare, con i discorsi rimandati a data da destinarsi; si dovrà infatti attendere l'esito della serie D, con San Nicolò Notaresco e Castelnuovo ancora in bilico ai margini della zona playout per un torneo che si concluderà il 22 Maggio. In base all'epilogo del massimo campionato dilettantistico, oltre alle date, i biancorossi conosceranno con certezza anche il nome dell'avversario: al momento è il Casalbordino, da affrontare in casa con due risultati su tre a disposizione, ma qualora dovesse verificarsi un'ulteriore retrocessione dalla D allora sarebbe lo Spoltore, con il fattore campo e di risultato che sarebbe sovvertito.

Ampio turnover tra le fila biancorosse, con mister Iodice che deve rinunciare ancora allo squalificato capitan D'Addazio, tenuti precauzionalmente fuori D'Amico, Cacciatore e Viegas diffidati, in campo sei fuoriquota dal primo minuto con Leone che torna titolare sull'out sinistro, mentre in avanti Serti viene schierato in tandem con Cellucci, spazio tra i pali anche al giovane Egidio.
Turnover ragionato anche per mister Piccioni che, dopo la matematica salvezza ottenuta domenica contro il 2000 Calcio Montesilvano, deve rinunciare a Polisena squalificato e manda in panca Toure, schierando Gardini al centro dell'attacco e Spinozzi tra i pali al posto dell'esperto Gava.

Inizio gara al piccolo trotto con i padroni di casa che provano a gestire, ospiti che giocano più liberi mentalmente non avendo più nulla da chiedere al torneo a differenza dei biancorossi che devono portare a casa almeno un punto per difendere il quartultimo posto dall'assalto del Casalbordino.
Teramani che si fanno tuttavia prederire nei primi minuti ed al primo affondo la sbloccano: corner da sinistra che spiove sul secondo palo, solita amnesia difensiva biancorossa, e Ragozzo è abile ad infilare Egidio con un tocco sotto porta.
Il Penne si scrolla solo dopo il gol subito, ed al 28' si fa finalmente vivo dalle parti di Spinozzi con un colpo di testa in area di Leone che da buona posizione non riesce ad inquadrare la porta.
Ancora Penne al 36' con il sempre attivo Cellucci abile a superare un avversario e tentare il tiro da posizione decentrata, ottimo il riflesso di Spinozzi che respinge, sulla ribattuta Antonacci dal limite non riesce a dare precisione alla conclusione che si spegne alle stelle.
I biancorossi alzano i giri del motore ed al 39' è Basualdo a sprecare clamorosamente il gol del pari, raccogliendo un cross di Rossi tutto solo sul secondo palo, il colpo di testa poco convinto del difensore argentino da ottima posizione si spegne a lato.
Ultimo sussulto della prima frazione è di marca ospite, con Falasca che ci prova dal limite, conclusione potente e precisa che si spegne a lato di pochissimo.

Al rientro dagli spogliatoi il Penne la riequilibra subito, dopo due minuti, con il solito Cellucci che timbra il quindicesimo centro stagionale intervenendo con un preciso tap-in sulla corta respinta di Spinozzi dopo il destro di Leone, apparso oggi tra i più attivi.
La rete del pari galvanizza i locali che vanno vicini al sorpasso con Antonacci che centra l'incrocio dei pali dalla distanza. Il match cala ora d'intensità con i due tecnici che iniziano la girandola dei cambi, l'occasione più ghiotta è di marca giallonera con Gardini che al 25' per poco non approfitta di un errore di Egidio in fase di disimpegno indirizzando il pallone verso la porta che sfiora il palo.

Sarà l'ultima vera occasione del match con i biancorossi che blindano così il quattordicesimo posto dagli assalti del Casalbordino raggiunto nel finale dalla Virtus Cupello. Obiettivo raggiunto dunque per i ragazzi di Iodice già condannati matematicamente alla disputa dei playout, potendo difendere solo il quattordicesimo posto. Un risultato non da poco perchè permetterà ai biancorossi di disputare il primo playout tra le mura amiche, con due risultati su tre a disposizione, contro il Casalbordino; direttamente in finale lo Spoltore, match che si disputerà con due risultati su tre a favore degli spoltoresi ma in campo neutro.
Situazione purtroppo "quasi" definita: sarà infatti fondamentale conoscere il destino delle abruzzesi dalla D; in caso di retrocessione di un'ulteriore compagine abruzzese dall D infatti, i playout saranno allargati ad un'altra squadra, la Virtus Cupello. In tal caso i biancorossi non disputeranno più la semifinale con il favore del pronostico, bensì andranno a Spoltore con la necessità di vincere per accedere all'eventuale finale, nella quale affronterebbero la vincente dello spareggio Virtus Cupello-Casalbordino.
Una situazione quantomai intricata, resa ancora di più difficile interpretazione per l'attesa delle date: c'è bisogno infatti che il campionato di Serie D termini, qualora nessuna abruzzese dovesse essere impelagata nei playoff si potrebbe iniziare il 22 Maggio (in caso di salvezza matematica con un turno di anticipo delle abruzzesi) o il 29 maggio ma sempre nel caso in cui nessuna formazione abruzzese vada a disputare i playout in serie D, altrimenti gli spareggi slitterebbero a Giugno.

PENNE-PONTEVOMANO 1-1 (0-1)

PENNE: Egidio, Di Remigio, Leone (19'st Cutilli), Antonacci (30'st Hassan), Sichetti, Basualdo, D'Ercole, Rossi (19'st Grande), Cellucci, Medaglia (7'st Silvestri), Serti (30'st Cacciatore). A disposizione: D'Amico, Viegas, Cantagallo. Allenatore: Iodice

PONTEVOMANO: Spinozzi, Troiani, Angelozzi (43'st Toure), Leonzi (24'st Basilico), Ragozzo (35'st Monaco), Di Francesco, Falasca, D'Orazio (35'st Cernaz V), Gardini, Cernaz A (15'st Cimini), Di Stefano. A disposizione: Gava, Giangiacomo, Faenza. Allenatore: Piccioni

Arbitro: Sivilli di Chieti

Reti: 26'pt Ragozzo (Pontevomano), 2'st Cellucci (Penne)

Ammoniti: Antonacci (Penne), Di Francesco, Cernaz A (Pontevomano)