Martedì, 04 Ottobre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

eccellenzaPer quanto già nell'aria, sono finalmente state rese ufficiali le date relative alla disputa dei playout di Eccellenza, che decreteranno le ulteriori tre formazioni che retrocederanno nel campionato di Promozione Regionale.
Si scenderà in campo per il primo turno domenica 5 Giugno, mentre la settimana successiva (il 12) andrà in scena l'ultimo drammatico scontro in campo neutro.

 Per quanto le date siano state già decise, resta ancora incerto il nome dell'avversaria dei biancorossi, e soprattutto l'ordine di disputa della prima semifinale.

Tutto dipenderà dal verdetto che arriverà domenica dal playout di serie D, dove il Castelnuovo sarà impegnato nella durissima trasferta di Vastogirardi, dalla quale dovrà necessariamente riportare a casa un successo per brindare alla salvezza.

Nel caso in cui i neroverdi dovessero riuscire nell'impresa di espugnare il campo molisano, e di conseguenza salvarsi, i biancorossi saranno chiamati a disputare il primo match in casa contro il Casalbordino: oltre al vantaggio del fattore campo, i ragazzi di mister Iodice avrebbero anche a disposizione due risultati su tre per ottenere il pass alla finale e, conseguentemente, condannare gli avversari alla retrocessione.

Diverso il discorso nel caso di retrocessione in Eccellenza del Castelnuovo. A quel punto sarebbero infatti ben cinque le retrocessioni previste al campionato di Promozione con relativo "slittamento" in avanti delle posizioni playout che andrebbero a coinvolgere anche la Virtus Cupello.
A quel punto cambierebbe infatti l'ordine delle squadre partecipanti, con la Bacigalupo Vasto Marina (comunque già retrocessa) che non sarebbe più considerata retrocessa per distacco punti dalla quintultima ma bensì come diretta.
Pertanto l'ultima classificata della griglia playout sarebbe considerata il Casalbordino con il Penne che slitterebbe al penultimo posto e pertanto andrebbe ad affrontare al primo turno lo Spoltore, questa volta però fuori casa e con un solo risultato a disposizione, la vittoria.

In entrambi i casi la finale si disputerebbe poi in campo neutro, ma la meglio piazzata in campionato beneficerebbe comunque di due risultati su tre a disposizione. Nel caso di superamento del primo turno dunque, i biancorossi affronterebbero in campo neutro lo Spoltore nell'ultimo spareggio salvezza che decreterà l'unica superstite, ma i ragazzi di mister Iodice dovrebbero necessariamente vincere nell'arco dei 120 minuti di gioco (tempi regolamentari più eventuali supplementari) per brindare alla salvezza.
In caso di retrocessione del Castelnuovo invece, qualora i biancorossi superassero il primo turno, affronterebbero in campo neutro per la finale la vincente dell'altro playout tra Virtus Cupello e Casalbordino; in questo caso il Penne sarebbe sfavorito nei risultati in caso di incrocio contro la Virtus Cupello (meglio piazzata in campionato), mentre viceversa avrebbe due risultati su tre a disposizione nel caso alla finale approdasse il Casalbordino. Ma riportiamo nel dettaglio, a maggior chiarezza, tutte le combinazioni possibili:

 

IPOTESI 1: SALVEZZA CASTELNUOVO

Semifinale playout: PENNE-CASALBORDINO (SPOLTORE direttamente in finale per distacco punti accumulato dalla Bacigalupo V.M.)

Finale: SPOLTORE-vincente PENNE/CASALBORDINO (campo neutro, vantaggio del risultato in ogni caso per lo Spoltore meglio piazzato)

 

IPOTESI 2: RETROCESSIONE CASTELNUOVO


Semifinali playout: VIRTUS CUPELLO-CASALBORDINO (due risultati su tre al Cupello), SPOLTORE-PENNE (due risultati su tre allo Spoltore)

Finale: vincenti delle due semifinali - nel caso di superamento del turno il PENNE affronterebbe in campo neutro VIRTUS CUPELLO (due risultati su tre al Cupello meglio piazzato in campionato) o CASALBORDINO (due risultati su tre al Penne meglio piazzato in campionato)