Domenica, 27 Novembre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

WhatsApp Image 2022 10 08 at 18.58.56Un gol di Cozzi nel finale sancisce la sconfitta beffarda per i biancorossi, che nel big-match di giornata con il Città di Teramo subiscono la terza sconfitta stagionale al termine di un match al cardiopalma, davanti ad una cornice di pubblico di altra categoria. Avvio shock per i ragazzi di mister Pavone che in 17 minuti vanno due volte sotto, prima con un rigore di Palumbo, poi con la zampata di Kovalonoks. La reazione è rabbiosa e porta alla rimonta in cinque minuti con Spadafora (su rigore) e Di Domizio abile a trovare l'angolo giusto; scintille nel finale di tempo con Kovalonoks che prima sigla il nuovo vantaggio teramano, poi si fa espellere ingenuamente per doppio giallo beccando i tifosi locali nell'esultanza. Ripresa che non sale di ritmo fino al pareggio di Sichetti, e la palla gol clamorosa di Di Domizio che sfiora il sorpasso ma viene bloccato da Bozzi in uscita. Nel finale il gol partita con Cozzi che salta indisturbato sugli sviluppi di un corner ed infila D'Intino sul filo di lana.

 Mister Pavone recupera in extremis Spadafora e Di Domizio, ma deve rinunciare a Surugiu e Di Pentima quest'ultimo squalificato; torna in campo anche Reale che si riprende una maglia da titolare a centrocampo, ancora non al top della forma Buffetti che parte dalla panchina e Iannascoli in distinta ma non utilizzato.
Qualche grattacapo anche per mister Pomante costretto a rinunciare al centrale Alfonso Pepe insieme ai fuoriquota Milozzi e Andreozzi; parte dalla panchina Ikramellah, mentre in avanti Palumbo, Antonelli e Sputore appoggiano l'unica punta Kovalonoks, con Censori spostato sulla linea difensiva affianco a Speranza.

Si gioca davanti ad una cornice di pubblico di categoria superiore con ampia rappresentanza ospite. Pronti-via ed arriva il primo squillo dopo appena cinque minuti: Di Martino interviene in area di rigore su un difensore ospite che cade a terra, l'intervento sembra sul pallone ma il signor Fantozzi di Avezzano non ha dubbi e decreta il calcio di rigore per gli ospiti, che Palumbo realizza con freddezza.
Il vantaggio del Teramo è una mazzata per un Penne improvvisamente stordito, ad aggravare il difficile avvio l'infortunio a capitan D'Addazio che, in un contrasto con Kovalonoks, cade a terra ed è costretto a dare forfait per un problema alla spalla, al suo posto entra in campo Sichetti.
I teramani approfittano del momento di sbandamento dei locali ed al 16' calano il raddoppio: Palumbo sfonda a sinistra e tocca centralmente, sulla conclusione di un attaccante teramano D'Intino si oppone, ma nulla può al tap-in di Kovalonoks che da due passi manda in porta il raddoppio.
Dopo l'avvio duro il Penne si scuote e da segnali di vita al 27' con Di Domizio che ci prova dalla distanza ma manda a lato di poco, il Teramo si rivede alla mezzora mettendo pura alla retroguardia locale con una conclusione in mischia sventata da Cirone davanti la linea di porta.
Al 32' si riapre il match: ingenuità degli ospiti che si fanno sorprendere su un'incursione in area di Di Domizio; calcio di rigore che Spadafora realizza spiazzando Bozzi e di fatto riaprendo il match ora estremamente vivo. Il Penne ci crede ed al 36' firma il gol del pari con il solito Di Domizio, abile da posizione defilata a raccogliere una respinta di Bozzi su conclusione di Spadafora e riequilibrare l'incontro.
Proprio nel finale di frazione tuttavia succede di tutto: il Teramo si riporta avanti al 42' con Kovalonoks che firma la doppietta deviando in porta sul secondo palo, troppo solo, su spiovente di Palumbo da sinistra; clamorosa poi l'ingenuità dell'attaccante lettone che, già ammonito, esulta provocatoriamente verso la tribuna locale rimediando il secondo giallo. Teramo in vantaggio ma in inferiorità numerica.

Nella ripresa gli ospiti hanno il merito di mantenere bene il campo malgrado l'uomo in meno, il Penne prova a spingere ma fatica a trovare spazi fino al 24' quando, su azione d'angolo, è perfetto lo stacco di testa di Sichetti che brucia tutti e spedisce in rete la palla del 3-3. Il match ora è apertissimo ed i biancorossi sfruttano l'inerzia positiva sfiorando il vantaggio al 32' quando Di Domizio si incunea in area e dalla sinistra calcia di prima intenzione tutto solo verso la porta teramana, decisivo è Bozzi in uscita a sbarrare la strada all'attaccante biancorosso.
Girandola di cambi nel finale, il Penne ha forse il torto di abbassare troppo il baricentro, il Teramo attacca pur senza costrutto ma trova il guizzo vincente proprio in coda quando, al 44' sugli sviluppi di un corner, Cozzi trova lo spazio giusto sul secondo palo per incornare in porta il definitivo 4-3. E' il gol che decide l'incontro anche perchè, dopo pochi istanti, viene ristabilita la parità numerica con Di Simone che si fa espellere per un brutto fallo a centrocampo.

Termina così con la terza sconfitta stagionale il match del "Colangelo" per un Penne costretto a leccarsi le ferite, e che ora non può più sbagliare a cominciare già dalla prossima importantissima trasferta di Pianella in programma domenica. Biancorossi che possono recriminare per un avvio di torneo duro che li ha messi di fronte alle principali candidate per il salto di categoria, ma che ora dovranno cambiare marcia per risalire la china.
Per il Teramo tre punti fondamentali che permettono ai diavoli di tenere il passo della capolista Turris Val Pescara che ha centrato oggi il quarto successo in altrettante gare e guida la classifica a punteggio pieno.

PENNE-TERAMO 3-4 (2-3)

PENNE: D'Intino, Di Martino (13'st Buffetti), Cirone (13'st Carminelli), Sablone, D'Addazio (10'pt Sichetti), Di Simone, Rossi, Reale, Spadafora (27'st Serti), Cacciatore, Di Domizio. A disposizione: Falzano, Petrucci, Nardicchia, Grande, Di Martile. Allenatore: Pavone

TERAMO: Bozzi, Berardi (11'st Cristofari), Cozzi, Tato (45'st Ferraioli), Censori, Speranza, Sputore, Farindolini, Kovalonoks, Palumbo (39'st Ikramellah), Antonelli. A disposizione: Donateo, Marcone, Di Stefano, Calderaro. Allenatore: Pomante

Arbitro: Fantozzi di Avezzano

Reti: 5'pt rig. Palumbo (Teramo), 17'pt Kovalonoks (Teramo), 32'pt rig.Spadafora (Penne), 36'pt Di Domizio (Penne), 43'pt Kovalonoks (Teramo), 24'st Sichetti (Penne), 45'st Cozzi (Teramo)

Ammoniti: D'Addazio, Sichetti (Penne), Antonelli, Censori, Kovalonoks, Berardi, Tato (Penne)

Espulsi: al 44'pt Kovalonoks (Teramo) per somma di ammonizioni, al 46'st Di Simone (Penne) per gioco scorretto