Domenica, 27 Novembre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

penne centenarioCon un finale di gara disastroso, i biancorossi gettano alle ortiche un primo tempo sontuoso, e si fanno rimontare tre reti da un Mosciano che sembrava al tappeto dopo i primi quarantacinque minuti di gioco. Avvio bruciante degli uomini di Pavone, che piazzano subito l'uno-due vincente con Di Domizio e Reale, e nel finale di frazione calano il tris ancora con Di Domizio al termine di un'azione spettacolare. Nella ripresa succede di tutto con i padroni di casa che siglano il gol speranza con Puglia, poi dopo un'occasione per parte con Diaz (traversa) e Spadafora (conclusione alta da buona posizione), crollano nel finale: protagonista è sempre lo spagnolo Diaz, che prima di testa approfitta di una dormita generale su azione d'angolo, poi al novantesimo con una gran girata sigla il gol dell'insperato pareggio. Inutili i tentativi di assalto finale, i biancorossi  mancano l'appuntamento con la terza vittoria consecutiva, e tornano a casa con un pareggio amaro.

 Mister Pavone deve rinunciare a Buffetti che va comunque in panchina dopo l'infortunio di domenica, insieme a capitan D'Addazio in fase di recupero. In campo torna titolare dal primo minuto Di Simone sull'out sinistro della difesa, con Reale che torna nel consueto ruolo di centrocampista; ancora titolare Carminelli (2006), in avanti spazio al tandem Spadafora-Di Domizio, supportati da Cacciatore.
Sul fronte opposto mister Grillo rinuncia a Chiacchiarelli, in campo un 4-2-3-1 con Puglia, Tini e Ferri a supporto di Diaz.

Avvio di gara da stropicciarsi gli occhi per i biancorossi: il Penne è padrone del campo ed inizia da subito a martellare la difesa di casa che balla. Dopo appena 5 minuti l'occasione buona capita sui piedi di Reale che, liberato in area da Cacciatore, calcia potente ma centrale, Bruno in tuffo devìa. Sono le avvisaglie al gol del vantaggio che arriva da calcio piazzato, quando Spadafora è atterrato al limite dell'area. Sulla palla si presentano Cacciatore e Di Domizio con quest'ultimo che, come a Pianella, sfodera una conclusione di rara bellezza che si infila imparabilmente alla destra del portiere di casa.
Penne che continua a spingere ed al 15' raddoppia questa volta con un'azione corale innescata da Cacciatore che pesca l'inserimento di Reale che in area, con un diagonale ad incrociare, infila imparabilmente l'estremo di casa all'angolino. I padroni di casa sono annichiliti, e provano a scuotersi ma vanno vicini al gol solo al 26' quando l'onnipresente Diaz sul secondo palo anticipa un compagno di squadra e da pochi passi manda alto.
Smaltito lo spavento i biancorossi tornano a farsi vivi dalle parti di Bruno: prima Di Domizio controlla e manda in rete ma un rimbalzo lo tradisce e colpisce il pallone con la mano, poi è Cacciatore che lanciato in porta entra in contatto con un difensore di casa a due passi dalla porta, contatto dubbio che l'arbitro reputa tuttavia regolare.
Nel finale di frazione l'azione spettacolare che porta al tris pennese: Cacciatore innesca Reale in un'azione fotocopia a quella del secondo gol, il centrocampista pennese questa volta vede l'inserimento di Di Domizio sul secondo palo e lo serve, con l'attaccante biancorosso che deve solo spingere in rete la palla del 3-0.

Al rientro dagli spogliatoi mister Grillo opta per due cambi gettando nella mischia Trento al posto di Ferri e riequilibrando i fuoriquota in campo con Mariani che prende il posto di Casimirri. L'ingresso di Trento regala più profondità ai locali, ma il Penne ha il torto di abbassare i ritmi, rimettendo di fatto in gioco un Mosciano che pare essere più deciso seppur tutt'altro che tambureggiante. Le prime avvisaglie della solita gara amara si vedono tra il 10' ed il 13': prima arriva il gol dei locali con Puglia che sfonda di forza centralmente e supera D'Intino, poi è Diaz che inizia a prendere la mira ed inventa una grandissima conclusione che si stampa sulla traversa.
Il Penne prova a ripartire e la palla per il poker capita a Spadafora che riceve in area e prova la conclusione di prima intenzione, impattando con eccesiva foga il pallone che si spegne a lato. Nonostante i tentativi di forcing dei locali la gara sembra scivolare via con un pò di sofferenza ma senza azioni da rete per i locali che malgrado il doppio svantaggio non concedono spazi per il contropiede.
Al 35' prova il break Di Domizio che entra in area e calcia sul secondo palo senza inquadrare la porta, poi accade l'impossibile: al 37' su azione d'angolo, Diaz approfitta della solita amnesia biancorossa sui calci piazzati, e di testa infila in porta la palla del 2-3. Si gioca ora sui nervi, mister Pavone toglie dal campo uno stremato Di Domizio per capitan D'Addazio, ed al 45' arriva la beffa finale, ancora con Diaz che riceve palla in area spalle alla porta e gira di prima intenzione trovando l'angolo alla destra di D'Intino, 3-3 e pareggio insperato per i padroni di casa.
Nel recupero il Penne prova a rimediare, i locali che nel frattempo hanno perso il portiere titolare per infortunio fanno quadrato e dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine di un match che lascia tanto amaro in bocca tra i biancorossi che gettano così alle ortiche il terzo successo consecutivo.

Primo pareggio stagionale dunque per i ragazzi di mister Pavone, che restano incollati al quarto posto ma vedono scivolare avanti Turris (+11), Città di Teramo (+7) e Favale (+3). Ora tre giorni di tempo per riflettere sugli errori odierni e martedì si torna subito in campo nell'infrasettimanale casalingo contro il Piano della Lente.

MOSCIANO-PENNE 3-3 (0-3)

MOSCIANO: Bruno (40'st De Camillis), Palandrani, Luly, Erasmi, Della Sala, Casimirri (1'st Mariani), Puglia, Kruger, Diaz, Tini, Ferri (1'st Trento). A disposizione: Barnabei, Di Massimantonio, Di Giandomenico, Pizzangrilli, Chiacchiarelli, Massacci. Allenatore: Grillo

PENNE: D'Intino, Carminelli, Di Simone, Sablone (12'st Grande), Sichetti, Di Pentima, Rossi (31'st Di Martino), Reale, Spadafora (35'st Serti), Cacciatore, Di Domizio (43'st D'Addazio). A disposizione: Falzano, Cirone, Petrucci, Barlaam, Buffetti. Allenatore: Pavone

Arbitro: Piscopiello di Chieti

Reti: 11'pt Di Domizio (Penne), 15'pt Reale (Penne), 45'pt Di Domizio (Penne), 10'st Puglia (Mosciano), 38'st Diaz (Mosciano), 45'st Diaz (Mosciano)

Ammoniti: Rossi, Spadafora, Cacciatore (Penne), Dalla Sala, Diaz (Mosciano)