Domenica, 27 Novembre 2022 | Login
Slide 1
slide-PENNE1.jpg
penneascoli.jpg
previous arrow
next arrow

20221101 143053 1Un gol di Serti a due minuti dal termine, regala tre punti fondamentali ai biancorossi che superano in rimonta l'ostico Piano della Lente, e riscattano il mancato successo di sabato a Mosciano. Gara dai due volti quella andata in scena al Colangelo, con un primo tempo al piccolo trotto, che ha visto gli ospiti sbloccarla grazie ad un colpo di testa di Cornazzani in posizione dubbia, ed una ripresa più viva in cui, dopo il gol lampo di Di Domizio, i biancorossi hanno sprecato qualche gol di troppo prima della zampata finale che vale l'aggancio al terzo posto in classifica.

Ancora qualche problema di formazione per mister Pavone che deve rinunciare sempre a Iannascoli, ma recupera capitan D'Addazio che torna titolare in difesa ad affiancare Di Simone preferito a Sichetti. Si rivede in panchina Surugiu, così come Buffetti seppur con pochi allenamenti nelle gambe, a centrocampo Reale e Rossi ad affiancare Sablone, in avanti conferme anche per Cacciatore ad innescare Di Domizio e Spadafora.
Sul fronte opposto mister Bucciarelli schiera i suoi con un compatto 4-2-3-1, con Iampieri e Cettou in mezzo al campo, Bucciarelli unico riferimento offensivo, anche se in corsa cambierà assetto passando al 3-5-2 con l'infortunio del centrale difensivo Verruschi ed il conseguente innesto del bomber argentino Franco Cornazzani, che si rivelerà decisivo nell'economia dell'incontro nella prima frazione.

Avvio di gara tutt'altro che esaltante, tra due squadre che forse pagano lo sforzo dei rispettivi match disputati sabato. Gambe pesanti che si riflettono senza ombra di dubbio sulla qualità del gioco, ma soprattutto sui bassi ritmi che favoriscono indubbiamente le caratteristiche dell'undici teramano, bravo a chiudere le linee e ripartire con Bucciarelli abile a far salire i suoi.
Da segnalare praticamente nulla, se non un paio di sortite offensive ospiti senza grossi sbocchi, e l'occasione più ghiotta del match che capita ai biancorossi: al 16' infatti Di Domizio si esibisce nella specialità della casa, e disegna la solita traiettoria perfetta sugli sviluppi di una punizione dal limite, con palla che va ad infrangersi clamorosamente contro l'incrocio dei pali a portiere ospite battuto.
Aldilà di questa occasione tuttavia non si vede praticamente nulla, anche se gli ospiti tornano a farsi vivi alla mezzora con Bucciarelli che, ben imbeccato in area da un compagno, sbaglia clamorosamente il colpo di testa da due passi. Sono le avvisaglie del vantaggio che arriva al 34' al termine di una situazione quantomeno dubbia; un cross dalla destra ricade in area sul secondo palo dove Cornazzani, entrato in campo al 22' dopo l'infortunio di Verruschi, gira in porta di testa tutto solo il pallone del vantaggio. Sembra chiara la posizione di offside del centravanti argentino, ma malgrado le proteste l'assistente di linea reputa tutto regolare ed il direttore di gara convalida.
Recriminazioni a parte il Penne non carbura, e torna a farsi vivo solo al 41' quando Cacciatore conclude in area dopo un'azione prolungata sugli sviluppi di un corner, ma è bravo Di Domenico a farsi trovare pronto e respingere in tuffo. Prima frazione che termina dunque con i teramani avanti di un gol.

Al rientro dagli spogliatoi serve la svolta e, per fortuna, questa arriva dopo meno di due minuti: protagonista è sempre Di Domizio che si accentra dalla sinistra e calcia in porta trovando la rete del pari. La rete fulminea cambia decisamente l'inerzia dell'incontro con il Piano della Lente che si chiude a riccio nella propria metà campo ed il Penne che prova a spingere e fare la partita, pur cozzando sovente contro le strette linee difensive del centrocampo teramano. Nella seconda parte di frazione arrivano le occasioni più importanti per un Penne rinvigorito dagli ingressi di Di Martino e Serti che mettono subito il proprio timbro sul match. Al 19' è proprio Serti che sprinta a sinistra e crossa al centro un pallone tagliato e preciso per Di Domizio che tuttavia, a due passi dalla porta, manda alto di testa. Al 26' è il turno di Di Martino che mette il turbo sull'out opposto, si beve la difesa ospite ma a due passi dalla porta tenta di servire Cacciatore con un tiro cross troppo potente che si spegne sul fondo. 
Biancorossi che continuano a spingere ed al 42' trovano il meritato vantaggio con Serti, bravo a farsi trovare in area su un pallone vagante, e freddo nell'infilare la porta ospite dopo una respinta corta su azione di Di Domizio. E' la rete che di fatto chiude il match, perchè il Piano della Lente non ne ha più, prova ad alzare il forcing nei minuti di recupero con D'Intino che tuttavia non viene mai impegnato.

Per i biancorossi si tratta del quarto risultato utile consecutivo, tre vittorie ed un pareggio che proiettano gli uomini di Pavone al terzo posto in classifica, raggiungendo il Favale sconfitto in casa dalla Turris Val Pescara. Immutati i distacchi dalle prime della classe, con la Turris che resta a +11, il Città di Teramo a +7. Domenica trasferta ostica sul campo del New Club Villa Mattoni al "Manari" si Sant'Egidio alla Vibrata.

PENNE-PIANO DELLA LENTE 2-1 (0-1)

PENNE: D'Intino, Carminelli (48'st Cirone), Di Simone, Sablone (33'st Buffetti), D'Addazio, Di Pentima, Rossi (12'st Di Martino), Reale, Spadafora (12'st Serti), Cacciatore (33'st Surugiu), Di Domizio. A disposizione: Falzano, Sichetti, Grande, Di Martile. Allenatore: Pavone

PIANO DELLA LENTE: Di Domenico, Diagne, Perez Ghirardi, Iampieri, Escande, Verruschi (22'pt Cornazzani), Di Marzio (40'st Pompili), Cettou, Bucciarelli (23'st Di Domenicantonio), Toro Jimenez (35'st Di Giandomenico), Rinaldi (29'st Kane). A disposizione: Di Giuseppe, Serafini, Ciarmoli, Marini. Allenatore: Bucciarelli

Arbitro: Colanzi di Lanciano

Reti: 34'pt Cornazzani (Piano della Lente), 2'st Di Domizio (Penne), 43'st Serti (Penne)

Ammoniti: Escande (Piano della Lente)