Venerdì, 19 Aprile 2019 | Login

logo-articleLa notiza era nell'aria da settimane, oggi ha assunto i crismi dell'ufficialità: il Penne ottiene i tre punti a tavolino dnel match esterno di Alba Adriatica, perso 0-2 sul campo, salendo così a quota 33 in classifica scavalcando di fatto quattro squadre (Torrese, Spoltore, Capistrello e la stessa Alba Adriatica) attestandosi così al terzo posto in classifica. Alla base della decisione del Giudice Sportivo, l'errore nella gestione dei cambi commesso dal mister albense Domenico Izzotti che al 29' della ripresa sostituiva l'unico 2000 in campo con un atleta classe 1999, contravvenendo di fatto alla regola federale sui calciatori "under" che prevede la presenza, per tutti i 90 minuti di gioco, di almeno un calciatore nato dal 1 Gennaio 2000 in poi. Una violazione che ha fatto scattare, come da regolamento, la punizione della perdita 0-3 a tavolino. Di seguito l'intero estratto del Comunicato pubblicato in giornata dal Comitato.

 Estratto C.U. n.34 del 10/01/2018

Il Giudice Sportivo Avv. Roberto Ragone assistito dal Rappresentante dell'A.I.A., a.b. Carbone Francesco, nelle sedute del 9 e 10/1/2019 ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si riportano:

GARE DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA

GARE DEL 23/12/2018

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Gara del 23/12/2018 ALBA ADRIATICA - PENNE 1920

Il Giudice Sportivo

- Visto il reclamo presentato entro i termini dalla A.S.D. Penne 1920, con il quale la stessa Società chiede dichiararsi l'irregolarità dello svolgimento della gara indicata in epigrafe, terminata con il risultato di 2 a 0, deducendo che la A.S.D. Alba Adriatica avrebbe violato le norme federali che impongono l'impiego di calciatori "giovani" nelle competizioni della L.N.D..

- Preso atto che la società reclamante ha fornito copia della documentazione attestante la trasmissione del presente reclamo alla società controparte, a norma dell'art. 33, comma 5, C.G.S..

- Tenuto conto che con disposizione del Consiglio Direttivo del C.R.A. di cui al C.U. n.1 del 5.07.2018 è fatto obbligo alle Società partecipanti ai campionati di Eccellenza e Promozione di impiegare, sin dall'inizio e per l'intera durata delle gare almeno tre calciatori c.d. "giovani" appartenenti alle seguenti fasce di età: -uno nato dal 1° gennaio 1998 in poi; -uno nato dal 1° gennaio 1999 in poi; -uno nato dal 1° gennaio 2000 in poi; -l'inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall'art.17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva.

- Constatato che quanto denunciato dalla Soc. Penne 1920 risponde al vero, così come emerge dal rapporto arbitrale nel quale si riferisce che:

-la Società Alba Adriatica nel corso del secondo tempo al minuto 29' sostituiva il calciatore GIORNO Alessandro, nato il 14.08.2000, con il calciatore PASSAMONTI Kevin, nato il 12.09.1999, e, dopo la ripresa del gioco, al minuto 31' sostituiva il calciatore DI NICOLA Davide, nato il 17.11.1996, con il calciatore SCHIAVONI Stefano, nato dal 1' Gennaio 2000 in poi.

- Considerato che il difetto di partecipazione alla gara di calciatori "giovani", nel numero e nelle fasce di età previste dalle norme federali sopra richiamate, per essere considerato ai fini dell'applicazione della sanzione sportiva della perdita della gara deve essere riferito al mancato impiego dei giocatori durante il tempo effettivo di gioco, anche se per un periodo limitato.

- Accertato che nella gara in esame la Società Alba Adriatica ometteva di impegare temporaneamente un calciatore della fascia di età "dal 1'gennaio 2000 in poi", con conseguente violazione della disposizione del Consiglio Direttivo del C.R.A. di cui al C.U. n. 1 del 5.07.2018.

- Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 3 del 3.01.2019 e prendendo atto dei provvedimenti disciplinari in esso pubblicati, ai sensi degli artt. 17, comma 5, e 33 del C.G.S.;

Delibera

1) di accogliere il reclamo e, per l'effetto di infliggere alla Società Alba Adriatica la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di: Alba Adriatica / Penne 0 a 3;