Venerdì, 07 Agosto 2020 | Login
previous arrow
next arrow
Slider

Non basta un primo tempo super ai biancorossi che nella sfida in casa della capolista sognano per un'ora il colpaccio ma alla fine devono arrendersi ai propri errori e ad un pizzico di sfortuna. Contro il Passo Cordone, il Penne fa un figurone nel primo tempo, chiuso in vantaggio grazie al secondo gol stagionale di Petre e dominato con altre 3-4 palle gol nitide con Di Simone, Cacciatore, Ciovacco e Ciarcelluti nel finale (miracolo dell'estremo loretese). Nella ripresa un errore di Cantagallo che non trattiene un corner di Cocco dalla sinistra ed una conclusione dalla distanza sull'unico vero tiro in porta degli avversari condanna i biancorossi e lancia in orbita il Passo Cordone che ora prende il largo in vetta.

 Qualche problema di formazione per mister Castellano, costretto a rinunciare a Pasta (out un mese) e con Granchelli in non perfette condizioni, entrambi infortunati in amichevole mercoledi. Sul fronte opposto mister Leone non se la passa certo meglio: squalificati Buonvivere e De Leonibus, bomber Mucci toccato duro domenica va in panchina.

Biancorossi che partono subito fortissimo mettendo paura alla capolista: dopo quattro minuti spunta Di Simone sugli sviluppi di un angolo ma è tradito dal rimbalzo e da due passi manda alto; pochi minuti e l'occasionissima capita sui piedi di Cacciatore che si incunea in area dall'esterno e riceve una palla al bacio di Granchelli mandando alto da buona posizione. I locali sono ingabbiati dalla retroguardia pennese con il solo Sabatini che non riesce ad incidere stretto nella morsa di uno Xhepa che non sbaglia un anticipo. Ancora biacorossi pericolosissimi al 34' con Ciovacco che riceve palla dal limite e calcia in porta un pallone che termina alto di pochissimo. Il gol è nell'aria e lo segna Petre che in area raccoglie un bell'invito dall'out sinistro e manda in porta la palla del meritatissimo vantaggio. I loretesi provano a scuotersi ma non vanno oltre una conclusione dalla distanza di Scariti deviata da Cantagallo che stringe i denti nonostante un problema fisico. Il primo tempo si chiude con un'altra occasionissima per i ragazzi di Castellano con Ciarcelluti che calcia in area a botta sicura ma trova sulla sua strada un super Chessari che in tuffo devia in corner negando la gioia del raddoppio, che sarebbe stato più che meritato, ai biancorossi.

Al rientro dagli spogliatoi ancora Penne con Petre vicino al raddoppio, con la difesa biancazzurra che ci mette una pezza con la collaborazione del solito Chessari. Il Passo Cordone tuttavia è più reattivo della prima frazione, Sabatini ci prova ma la sua conclusione termina a lato. Al 14' arriva però l'errore che pregiudica la partita quando i biancorossi regalano letteralmente il pallone agli avversari sugli sviluppi di un corner gestito in maniera disastrosa: il contropiede che ne scaturisce provoca l'angolo per i locali battuto da Cocco la cui traiettoria a rientrare non è trattenuta da Cantagallo sul primo palo lasciato completamete sguarnito dalla difesa biancorossa, con il pallone che carambola beffardamente in rete per il pareggio. Nonostante il gol subito i biancorossi provano a riprendere il pallino del gioco con Castellano che getta nella mischia anche Casalena; nonostante il pari raggiunto il Passo Cordone sembra comunque poco incisivo sotto porta eppure ad un quarto d'ora dal termine, sempre sugli sviluppi di un corner, una palla vagante viene raccolta al limite dell'area da Zaccagnini che di prima intenzione indovina il pertugio nel groviglio dell'area di rigore e supera Cantagallo per la rete che regala la vittoria ai suoi. Inutili le reazioni dei biancorossi che pure si rendono pericolosi con un'incursione di Ciarcelluti in area il cui diagonale attraversa lo specchio della porta senza trovare la deviazione decisiva. Nei minuti di recupero è invece provvidenziale il tocco del neo-entrato Acconciamessa che toglie letteralmente il pallone dai piedi di Melito appostato al limite dell'area piccola. Alla fine è una sconfitta immeritata per i biancorossi che pagano oltre misura i propri errori e si mordono le mani per qualche palla gol di troppo sprecata nella prima frazione. Giocando con l'intensità mostrata specie nel primo tempo tuttavia questa squadra potrà andare lontano.