Martedì, 20 Agosto 2019 | Login

logo-articleSi chiude con una sconfitta il secondo test amichevole pre-stagione per i biancorossi che cadono a Pineto, al cospetto di un avversario di categoria superiore che parteciperà al prossimo campionato di Serie D candidata al salto tra i professionisti nel proprio girone. Avvio traumatico di incontro con i pinetesi sul triplo vantaggio dopo il primo quarto d'ora, poi il Penne si scioglie e crea qualche grattacapo ai locali reclamando due rigori. Nella ripresa il gol della bandiera di Cacciatore su calcio di rigore. Prossimo impegno martedi 13 in casa col Chieti.

Contro una squadra di tutto rispetto, nella cornice serale di un "Mariani-Pavone" sempre più tirato a lucido, mister Iodice deve rinunciare a Pollino, D'Addazio e Savini schierando i suoi con il 4-2-3-1 "tipo" con D'Amico in porta, D'Intino (1999), Lucao (2000), D'Amico e Giuseppetti (2001) in difesa, Reale e D'Alonzo a centrocampo; in avanti spazio a Testi nell'insolito ruolo di esterno con Calderaro sulla fascia opposta e Cacciatore centrale ad appoggiare bomber Leccese.
Sul fronte opposto Pineto dalle grandi firme con bomber Renan Pippi in avanti appoggiato dalla velocità ed il dinamismo degli esterni su cui spicca il forte Sarritzu e con le regia dell'ex Teramo Amadio al centro del campo; tanta qualità anche in panchina dove spicca il fantasista Bianciardi fresco vincitore dello scorso torneo di D con la maglia del Cesena.
Pronti-via e si materializza un avvio traumatico per i biancorossi che non tengono testa alla velocità ed alla qualità delle giocate di prima dei locali che tagliano a più riprese la difesa biancorossa.

Ci prova subito Cacciatore con una buona verticalizzazione per Leccese, bravo l'estremo difensore a scegliere i tempi dell'uscita, poi solo Pineto che in pochi minuti dilaga grazie alle segnature di Pierpaoli, Pippi e Sarriztu. L'avvio shock scuote i biancorossi che mostrano discrete giocate specie con il bomber Leccese: al 17' è bravo l'attaccante argentino a liberarsi in area ed apparecchiare un pallone semplice per l'accorrente Cacciatore che, da due passi a porta sguarnita, calcia clamorosamente alto.
Biancorossi che reclamano due rigori: il primo, parso abbastanza netto, per un tocco di mano della barriera pinetese su punizione di Cacciatore; il secondo con bomber Leccese che ruba palla alla difesa di casa, salta il portiere ma sul più bello cade con i ragazzi di mister Iodice che reclamano invano il penalty.

Al rientro dagli spogliatoi cambiano i ritmi del match, il Penne prova a pungere ispirato da Cacciatore, Pineto che sembra meno propositivo in fase offensiva. Ci prova Cacciatore su calcio di punizione, pulito l'intervento di Shiba che in tuffo devia in corner. Biancorossi che trovano il meritato gol della bandiera con Cacciatore che realizza un calcio di rigore alla mezz'ora, nel finale gloria anche per Cristian D'Amico protagonista di un gran intervento in tuffo che blinda il risultato sull'1-3 finale.

Test importante per entrambe le squadre, ora i biancorossi torneranno in campo martedi 13 quando alle 17:00 affronteranno al Nuovo Comunale il Chieti, poi tre giorni di sto con la squadra che tornerà a sudare dopo Ferragosto per prepare al meglio il debutto stagionale in casa contro l'Acqua e Sapone il 25 agosto nell'andata del Primo Turno di Coppa Italia.